il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


ECONOMIA

Pensioni dei donatori salve, Pizzetti l'ha spuntata

Passaggio fondamentale in Senato, si torna alle norme ante decreto Fornero

Pensioni dei donatori salve, Pizzetti l'ha spuntata

Il senatore Luciano Pizzetti

CREMONA - E’ stata dura. A un tratto pareva impossibile arrivare alla meta. Ma alla fine Luciano Pizzetti l’ha spuntata. E sono davvero tanti i donatori di sangue che ricorderanno questo passaggio, fortemente voluto dal senatore cremonese, come la fine di un brutto sogno.

Il perché è presto detto: con l’approvazione dell’emendamento presentato dal politico di Cà d’Andrea, avvenuta giovedì nell’aula del Senato, si torna alla norma ante decreto-Fornero. Questo significa che salta il meccanismo penalizzante che obbligava i donatori di sangue che andranno in pensione entro la fine del 2017 a lavorare, oltre la data fissata per l’inizio della pensione, un numero di giorni equivalente a quello in cui, nel corso della carriera lavorativa, sono stati a casa per i prelievi. In alcuni casi c’è chi si vedeva costretto a lavorare qualcosa come dieci mesi oltre il previsto. Oppure, prevedeva la norma, data della pensione immutata ma con un assegno più leggero (il 2% in meno). Una mazzata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

11 Ottobre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000