il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


WiFi in città, altre dieci aree

Ecco dove è possibile connettersi alla rete coni propri dispositivi mobili

WiFi in città, altre dieci aree

Un'area WiFi a Cremona

CREMONA - Sono state localizzate le aree WiFi da realizzare grazie al finanziamento ottenuto dalla Regione Lombardia con il progetto Vivilacittà, finalizzato a ridurre gli impatti ambientali derivanti dalla mobilità urbana e di corona, attraverso azioni integrate e trasversali.

Tra queste, oltre al bike sharing, vi sono tutte le iniziative che si inseriscono nella cosiddetta mobilità lenta e veloce in rete di quartieri e percorsi per cittadini e ospiti per informazioni sulla città, in continuità con quanto realizzato attraverso il Piano Territoriale degli Orari Verso Expo 2015. Cremona. 

Le aree individuate sono queste: Museo Civico (via Ugolani Dati), area di fronte a Palazzo Cittanova, piazzale Atleti Azzurri d’Italia – piscine comunali, corso Matteotti angolo via S. Barbara, corso Vittorio Emanuele (Palazzo Ala Ponzone), parco Tognazzi (Arena Giardino), la piazzetta posta all’incrocio tra via Palestro, corso Garibaldi e corso Campi, largo Boccaccino (angolo via XX Settembre), piazzale Croce Rossa (parcheggio foro Boario) e piazza Lodi. Le dieci aree individuate vanno ad aggiungersi a quelle già presenti in città: Giardini di Piazza Roma, Informagiovani, Parco Po, piazza del Comune, piazza della Pace, piazza Libertà, piazza Stradivari, Sala Consiliare Comune di Cremona, Spazio Comune (interno ed esterno ufficio), Informagiovani (Interno ed esterno ufficio), Stadio Zini, via Palestro, Palazzetto dello Sport, Stazione Ferroviaria, Biblioteca Statale di Cremona, Tribunale di Cremona, piazza Marconi, piazzale delle ex Tramvie.

“Tutto inizia dalla volontà di implementare le aree WiFi libere e gratuite in città - spiega l’assessore alle Politiche Ambientali Francesco Bordi – per consentire una migliore accessibilità alle informazioni che riguardano Cremona da parte di cittadini e visitatori anche attraverso un sistema applicativo dedicato e fruibili con tablet e smartphone. Ricordo che è stata indetta una gara d’appalto per la realizzazione di tale sistema e, come ditta fornitrice, è stata individuata AEMCom. Le aree – conclude l’assessore Francesco Bordi - sono state individuate sulla base degli obiettivi che il progetto si pone ed in particolare quelli di agevolare gli ospiti temporanei della città, permettendo loro la fruizione dei servizi e delle aree monumentali, agevolandoli per quanto riguarda gli spostamenti con diversi modi di trasporto, le aree dove parcheggiare. E’ stata inoltre privilegiata la copertura di alcuni spazi pubblici dedicati allo sport ed allo svago".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

13 Settembre 2013

Commenti all'articolo

  • Luigi

    2013/09/14 - 12:12

    Purtroppo si riconferma la netta disparità di trattamento del cittadino del centro rispetto a quello che abita le periferie. Queste ultime sempre più abbandonate a sè stesse anche dalle nuove tecnologie che sostengono di colmare il "digital divide" in qualunque luogo. Nell'elenco trovo ad esempio lo stadio, piazza Stradivari ma non trovo Borgo Loreto, Cambonino, Boschetto, Incrociatello, San Felice, etc ...... Prevale l'utilità rivolta al Turismo piuttosto che la finalità di interconnettere tutti i Cremonesi? Luigi

    Rispondi

  • Luigi

    2013/09/14 - 12:12

    Purtroppo si riconferma la netta disparità di trattamento del cittadino del centro rispetto a quello che abita le periferie. Queste ultime sempre più abbandonate a sè stesse anche dalle nuove tecnologie che sostengono di colmare il "digital divide" in qualunque luogo. Nell'elenco trovo ad esempio lo stadio, piazza Stradivari ma non trovo Borgo Loreto, Cambonino, Boschetto, Incrociatello, San Felice, etc ...... Prevale l'utilità rivolta al Turismo piuttosto che la finalità di interconnettere tutti i Cremonesi? Luigi

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000