il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Fava: 'Latteria Soresinese è un modello per il comparto

L'assessore regionale all'agricoltura ha incontrato il presidente Fusar Poli per discutere della problematiche del lattiero caseario

Fava: 'Latteria Soresinese è un modello per il comparto

SORESINA - L'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava ha incontrato il presidente della cooperativa Latteria Soresina, Tiziano Fusarpoli, insieme ai consiglieri regionali Carlo Malvezzi e Federico Lena, per un focus sulle problematiche del comparto lattiero caseario. Con 423.708 forme di grana padano, l'azienda cremonese - 223 soci e 7 tra siti produttivi e magazzini di stagionatura - è il primo produttore di grana padano. Con 4 milioni e 100 mila quintali, Latteria Soresina lavora il 10% del latte lombardo, valore pari al 4% del dato complessivo nazionale.

PUNTARE SU INTERNAZIONALIZZAZIONE - "Quella di oggi - ha detto l'assessore Fava - è stata una visita importante per vedere la Lombardia che funziona, la Lombardia del lattiero caseario, del comparto agricolo in generale, quello che solo i soggetti meno attenti definiscono settore primario di un tempo. Oggi l'agricoltura è evoluzione industriale e capacità di sviluppare sistemi e processi che ci contraddistinguono in giro per il mondo; questo è esempio di come l'unione delle forze possa dare grandi risultati. Alla Latteria Soresina sono stati molto bravi: sono riuscirti a contenere i danni provocati dal calo dei consumi interni, e a puntare sull'internazionalizzazione, tema su cui abbiamo avuto oggi richieste specifiche e che come sistema Lombardia sosterremo con azioni concrete, attraverso iniziative che abbiamo intenzione di sviluppare da qui alla fine dell'anno. Occorre puntare sull'internazionalizzazione con una programmazione seria, ed è quello che vogliamo fare". "Una realtà importante della cooperazione - ha aggiunto il consigliere Malvezzi -, la più significativa a livello europeo; oggi siamo qui a testimoniare che questa azienda è punto di riferimento per l'intero sistema di trasformazione del latte. In un momento in cui la redditività dell'allevatore è messa a dura prova, questa realtà produttiva è la dimostrazione che si può trovare il punto di sintesi tra produzione e trasformazione. A queste imprese significative per il tessuto lombardo e nazionale noi come Regione Lombardia guardiamo con attenzione".

APPEAL DEL MADE IN ITALY INSOSTITUIBILE - Soddisfazione per l'incontro ha espresso Tiziano Fusar Poli, presidente della società cooperativa soresinese. "In particolare per le rassicurazioni avute in tema di internazionalizzazione - ha detto - . E' importante per la nostra azienda ampliare i nostri orizzonti e andare ad acquisire le quote di mercato dove ci sono. Lo è oggi, in una fase di crisi dei consumi interni: all'estero l'appeal del Made in Italy resta insostituibile. Ovunque andiamo nel mondo abbiamo apprezzamenti rispetto alla qualità altissima dei nostri prodotti, punto di forza della nostra produzione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000