il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Centropadane, cala il traffico: un 2012 difficile

Approvato il bilancio, esercizio di transizione con problemi contrattuali con l'Anas

Centropadane, cala il traffico: un 2012 difficile

Il casello di Cremona dell'autostrada A21

CREMONA - L’Assemblea della Società Centro Padane SpA nella sede di Palazzo Roncadelli Manna ha approvarto il bilancio di esercizio ed il bilancio consolidato del 2012. 

Il valore della produzione è stataodi  62.758.864 euro inferiore del 2,83% rispetto al 2011, il margine operativo è calato dell’11,06% mentre il risultato operativo è cresciuto dell’1,13%. Il Bilancio chiude con un utile di 480.042. Il 2012 è stato un anno di transizione fortemente condizionata da problemi contrattuali con l’ANAS e lo Stato, risolti a settembre con la firma di un atto aggiuntivo alla convenzione di concessione sostenuto da un decreto interministeriale registrato alla Corte dei Conti, che dispone che la Società continui nella gestione dell’autostrada sino al 30 settembre 2013 e comunque fino all’introito dei 260 milioni spesi per investimenti e non ancora ammortizzati.

E’ stato un anno segnato da una riduzione del traffico del 7,2% a conferma delle difficoltà economiche in cui versa il nostro territorio e quello interessato dal traffico di attraversamento. In proporzione è maggiormente calato il traffico merci italiano che non quello straniero. Anche nei primi mesi del 2013 vi è stato un ulteriore calo del 4% circa sul 2012. E’ stato l’anno in cui si è realizzato il nuovo casello di Manerbio, ristrutturato radicalmente quello di Brescia centro, costruite circa 2 km di barriere antirumore - circa 12 milioni di euro di investimenti - ed aperti al traffico il 3 febbraio 17 km di nuova autostrada, il tratto più esteso a livello nazionale aperto al traffico nell’anno, purtroppo, per quanto riguarda i lavori, è stato anche l’anno della chiusura forzata di tre cantieri, a Piacenza, Cremona e Brescia per circa 100 milioni euro, per mancanza di presupposti contrattuali e finanziari. I lavoratori sono 223 (il 5% meno del 2011) su una rete gestita di 105 chilometri cresciuta del 20% circa rispetto al 2011. Il bilancio consolidato del Gruppo Centro Padane S.p.A. chiude con un utile di  321.758 euro inferiore del 10% a quello del 2011.

Nell’ambito del Gruppo è proseguita l’attività di Stradivaria S.p.A. che cha completato le opere primarie del campo base di Pieve San Giacomo a Cremona, opera prioritaria alla costruzione del primo lotto della Cremona – Mantova. La controllata ha altresì terminato l’adeguamento del progetto definitivo alla prescrizioni VIA e si accinge a presentarlo alla Concedente per l’approvazione definitiva che dovrebbe avvenire entro l’anno. L’assemblea ha approvato all’unanimità i bilanci della Società.

Era presente la pressoché totolarità degli azionisti rappresentati da Daniele Molgora (Provincia di Brescia), Patrizia Serena (Comune di Brescia), Francesco Bettoni (Camera di Commercio di Brescia e Serenissima Partecipazioni), Pier Paolo Gallini (Provincia di Piacenza), Giuseppe Parenti (Camera di Commercio di Piacenza e di Cremona), Massimiliano Salini (Provincia di Cremona), Franco Albertoni (AEM) Oreste Perri (Comune di Cremona) Claudio Vezzosi (Itinira S.p.A.).

01 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000