il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Inchiesta per corruzione, l'acceleratore Vero è fermo

Inchiesta per corruzione, l'acceleratore Vero è fermo

L'acceleratore lineare Vero

CREMONA - Che fine ha fatto l’acceleratore lineare Vero? Da ormai due mesi, da quando cioè la procura di Milano ha avviato l’inchiesta che ha per oggetto anche l’acceleratore e che vede il coinvolgimento del direttore generale Simona Mariani (corruzione e turbativa d’asta), non si hanno più notizie certe. Il finanziamento regionale di oltre 8 milioni è stato deliberato a fine dicembre 2011.
Da allora sono stati avviati i lavori per l’installazione e la preparazione (per un costo di quasi due milioni a carico dell’Azienda ospedaliera). Mai però è stata indicata una data per l’inaugurazione, neanche prima né dopo le ultime elezioni regionali. Ed ora, a due mesi dall’inchiesta, nessuno sa quando il macchinario entrerà in funzione, almeno ufficiosamente. Perché ufficialmente, come è noto, secondo il regolamento interno nessuno può rilasciare dichiarazioni, neanche i medici o i primari, senza esserne autorizzati. Tuttavia, in questi mesi, qualcosa è trapelato, soprattutto alcune domande: è funzionale dotare un ospedale come quello di Cremona di un macchinario così particolare? Non sarebbe stato più logico destinare quei fondi alla ristrutturazione, ad esempio, di alcuni reparti che avrebbero bisogno di un significativo intervento?
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

29 Aprile 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000