il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Mercato immobiliare, quotazioni in calo del 4,1% e crollo dei mutui (-48,42%)

Mercato immobiliare, quotazioni in calo del 4,1% e crollo dei mutui (-48,42%)

Abitazioni in via Dante a Cremona

CREMONA - Le quotazioni delle abitazioni di Cremona - secondo uno studio della Tecnocasa - hanno segnalato un ribasso del 4,1% nel secondo semestre 2012. Prezzi ancora in calo (-4,6%) nell’area di via Dante, dove la difficoltà di accesso al credito e la minore disponibilità di spesa hanno rallentato le compravendite. I mutui, infatti, hanno subito un crollo del 48,42%.
La notevole offerta sul mercato, dall’altra parte, ha reso i potenziali clienti più riflessivi e allungato le tempistiche medie di compravendita. Le richieste si focalizzano su soluzioni termoautonome già ristrutturate, preferibilmente inserite in piccoli contesti condominiali e dotate di box auto. Chi si orienta sugli appartamenti mette in conto un budget di 100-130 mila €, che sale non oltre 200 mila € per le soluzioni indipendenti.
Piace sempre il centro storico, in piazza Roma si spendono 2300-2700 € al mq per abitazioni del ‘700 già ristrutturate, mentre in via Dante le quotazioni scendono a 1200-1300 € al mq, poco più alte rispetto a quelle di via Brescia (1100-1200 € al mq). Le soluzioni indipendenti possono essere acquistare nelle zone Giuseppina e Zaist. La prima è situata in un’area ben servita nelle vicinanze dell’Ospedale Maggiore e ospita tipologie degli anni ’60: in via Giuseppina le quotazioni del nuovo si avvicinano a 1900 € al mq, per l’usato si parla di 1100 € al mq. Zaist si è sviluppata negli anni ’80, con villette a schiera e piccole palazzine valutate 1200-1300 € al mq. Da segnalare che queste due zone stanno incontrando alcune difficoltà in quanto nelle limitrofe San Felice e Persichello c’è un’offerta molto simile, anche in termini di prezzi, ma di stampo più recente. Nell’area dell’ex Consorzio Agrario sono nate soluzioni in edilizia cooperativa, proposte a 1800-2000 € al mq; sempre in quest’area è in corso una nuova lottizzazione, che prevede la costruzione di un palazzo di nove piani e che dovrebbe completarsi entro la fine del 2013. 
Nell’area compresa tra il Castello e i quartieri Boschetto, Cavatigozzi e Sant’Ambrogio si è assistito ad un calo medio del 4%, ma dalla fine del 2012 si avvertono i primi segnali di ripresa. In queste zone la presenza di investitori è debole, infatti il mercato è alimentato dagli acquisti di prima casa: in città si ricercano trilocali per una disponibilità media di 110-120 mila €, ma chi desidera l’indipendenza mette in conto fino a 200 mila € e si sposta nel primo hinterland.
Tra le zone limitrofe si citano Casanova del Morbasco e Costa Sant’Abramo, dove negli ultimi vent’anni sono stati realizzati piccoli condomini e villette, valutate 150-200 mila €. Offerta simile anche nella frazione Cavatigozzi, dove per un trilocale di 90-100 mq si devono mettere in conto 100-110 mila €, mentre per una villetta a schiera si spendono 160-180 mila €. La zona del Castello piace perché centrale e ospita immobili storici di fine ‘800-inizi ‘900, ormai tutti ristrutturati e restaurati, ma l’offerta è scarsa e si valuta circa 1900 € al mq. Su corso Garibaldi, strada molto commerciale, sono presenti soluzioni d’epoca, valutate 2000-2500 € al mq se ristrutturate e 1500 € al mq da ristrutturare. Non lontano dalle principali arterie di Cremona sorge il quartiere Sant’Ambrogio, situato vicino alla stazione, tra le mura antiche e la tangenziale: sono necessari 1400-1500 € al mq per acquistare una soluzione ristrutturata dei primi anni del ‘900, per una villetta servono 200-250 mila €. Sempre in questa zona si sta ultimando l’intervento che prevede la costruzione di palazzine di 3-4 piani: c’è ancora invenduto, i prezzi si aggirano tra 1800 e 1900 € al mq. Il quartiere Boschetto è prettamente residenziale, con villette indipendenti di diverso tipo: una singola costa 280-300 mila €, una bifamiliare 230-250 mila €, una a schiera 170-180 mila €. Qui e nella vicina frazione Migliaro sono state realizzate villette indipendenti, immesse sul mercato a 200 mila € ma alcune sono ancora invendute. 
Sul mercato delle locazioni si registra una buona domanda da parte di famiglie e giovani che non riescono ad accedere al mutuo, accanto a cui ci sono alcuni studenti (anche stranieri) della scuola di liuteria. Un bilocale arredato costa 400 € al mese (senza mobilio si spendono 300-350 €), un trilocale 500-600 €; si stipulano soprattutto contratti a canone libero.
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

18 Aprile 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000