il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Mondomusica New York, avvio strepitoso

Mondomusica New York, avvio strepitoso
NEW YORK - La lunga coda di visitatori che attendevano l’accesso al Metropolitan Pavillion certifica l’avvio strepitoso di Mondomusica New York, che termina domenica. Non poteva cominciare meglio l’esposizione di liuteria contemporanea e classica, promossa da CremonaFiere nella città della mela. E’ una scommessa vinta per il presidente Antonio Piva e il direttore Massimo Bianchedi che hanno investito due anni di lavoro su un progetto ambizioso e complesso, accolto con entusiasmo negli Stati Uniti e in 14 Paesi e boicottato dalla maggioranza dei liutai cremonesi.
Qui, nel cuore di Manhattan, gli espositori e un pubblico di appassionati, musicisti e commercianti replicano scene che Mondomusica ha reso familiari nel corso delle fortunate manifestazioni che ogni autunno si tengono in Fiera. L’edizione americana è impreziosita dalla presenza di alcuni tesori della liuteria classica: il violino Carlo IX costruito da Andrea Amati nel 1566 e soprattutto Il Cremonese 1715 di Antonio Stradivari monopolizzano l’attenzione generale. E ci sono tanti altri strumenti tra cui sei cimeli del Museo Stradivariano, esposti all’estero per la prima volta e concessi dal Comune di Cremona. «Intendiamo offrire nuove e qualificate opportunità commerciali all’interno del maggiore mercato musicale al mondo - commenta Piva - e vogliamo contribuire alla diffusione degli strumenti ad arco e alla promozione della liuteria, aumentandone il valore commerciale».

16 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000