il network

Venerdì 16 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Il console brasiliano: "Cremona centro nevralgico a livello internazionale per le liuterie"

Il presidente della Camera di commercio, Gian Domenico Auricchio, ha incontrato anche la famiglia di liutai Amorim

Il console brasiliano: "Cremona centro nevralgico a livello internazionale per le liuterie"

CREMONA - Il Presidente della Camera di Commercio di Cremona, Gian Domenico Auricchio, e il Segretario Generale, Maria Grazia Cappelli, hanno incontrato il console generale aggiunto del Brasile in Italia, Julio F. Larajeira, la famiglia di liutai brasiliani Amorim, il Consigliere tecnico della Camera di Commercio Italo – Brasiliana di San Paolo e di Curitiba - Paranà, Patrizio Greco, l’avvocato italo - brasiliano Eduardo Lorenzetti Marques e il responsabile del settore di promozione commerciale, turismo e investimento del Consolato brasiliano, Mauro Carniti.

L’occasione dell’incontro è stata la presentazione della famiglia Amorim - con una tradizione di attività liutaria quasi ventennale in Brasile - che ha deciso di aprire una società con showroom in Piazza Marconi a Cremona, di fianco al Museo del Violino. Il Consolato Brasiliano in Italia e la Camera di Commercio Italo - Brasiliana hanno curato l’insediamento della società brasiliana a Cremona.

“Come noto – evidenzia il console generale aggiunto del Brasile a Milano, Julio Laranjeira - Cremona è un centro nevralgico a livello internazionale per le liuterie. Lo dimostra il costante interessamento della città in tutte le sue forme, per lo strumento del violino; eventi musicali, botteghe di liuteria, presenze internazionali, Consorzio dei liutai, Museo del Violino “Antonio Stradivari” e non ultimo il fatto che “Cremona Liutaria” sia stata riconosciuta patrimonio dell’Unesco. L’insediamento dell’impresa brasiliana a conduzione familiare nella città, tramite una vera e propria liuteria con una parte dedicata all’esposizione e una parte a laboratorio che sarà aperta prossimamente a lato del Museo del Violino, non ci può che inorgoglire a dimostrazione di un’amicizia tra Italia e Brasile, che perdura nel tempo. E’ quindi con immenso piacere che considero questa iniziativa intrapresa dalla liuteria Luiz Amorim, azienda fondata nel 2001 in Curitiba dal suo artista Luiz e specializzata nella riproduzione di perfette repliche anticate degli inestimabili violini storici di “Guarneri” e “Stradivari” ma non solo, un essenziale “trade d’union” tra la passione e la competenza dimostrata dalla famiglia brasiliana e l’immenso patrimonio culturale e musicale che ruota alla storia del violino nella suggestiva città di Cremona”.

“L'atélier di liuteria brasiliano "Liuteria Luiz Amorim"– dichiara Luiz Amorim, capostipite della famiglia - aprirà la sua sede nella città di Cremona nei prossimi mesi e realizzerà la costruzione, il restauro e la vendita di strumenti moderni e antichi. Cremona ci è piaciuta da subito. L’atmosfera che si respira è quella di una grande città d’arte. La nuova bottega sarà anche un luogo culturale dove sarà possibile ascoltare la musica e parlare di arte”.

“Accompagnare e sostenere il processo di insediamento di un’impresa straniera a Cremona - sottolinea il presidente della Camera di Commercio Gian Domenico Auricchio - è una delle priorità della Camera di Commercio di Cremona che volentieri ha ospitato l’incontro finalizzato ad illustrare le possibilità che si aprono alle imprese brasiliane in Italia, con particolare riferimento al settore della liuteria, e alle imprese cremonesi interessate a sviluppare opportunità di business in Brasile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

26 Gennaio 2018