il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Lgh, in arrivo finanziamento da 50 milioni di euro

Lgh, in arrivo finanziamento da 50 milioni di euro

Lgh a Cremona

CREMONA - E’ stato sottoscritto il contratto relativo al finanziamento sindacato a medio termine di 50 milioni di euro in favore di Linea Group Holding (LGH), la multi-utility lombarda partecipata dai Comuni di Cremona, Rovato, Lodi, Pavia, Crema ed altri minori con un giro d’affari di circa 600 milioni di euro.
L’operazione, conclusa con successo nonostante l’attuale difficile situazione finanziaria generale, a testimonianza della fiducia di cui gode il Gruppo LGH presso il sistema bancario, è stata organizzata da La Compagnia Finanziaria (LCF) ed ha visto la partecipazione di Intesa Sanpaolo (Direzione Public Finance) ed Unicredit in qualità di Mandated Lead Arrangers, di Banca Popolare Sondrio e Mediocreval in qualità di Managers, nonché di un gruppo di Bcc locali coordinate da Iccrea BancaImpresa in qualità di Partecipanti. Banca IMI ha ricoperto il ruolo di Banca Agente. Grazie ad una durata di 5 anni, il finanziamento- di natura chirografaria- è finalizzato da un lato a rafforzare la struttura finanziaria di LGH e dall’altro lato a sostenerne il piano di investimenti per i prossimi esercizi, con particolare riferimento a quelli di mantenimento sulle reti ed impianti di proprietà e a quelli di sviluppo generici e di minore entità. A seguito della recente nomina del nuovo CdA da parte dell’Assemblea dei Soci, avvenuta il 7 febbraio, il Gruppo LGH, ora guidato dal Presidente Alessandro Conter e dall’Amministratore Delegato Franco Mazzini, sta predisponendo un nuovo piano industriale che punterà al rafforzamento anche dimensionale del gruppo attraverso alleanze e operazioni strategiche.
L’Amministratore Delegato di LGH, Franco Mazzini, ha così commentato: “Nonostante la non facile congiuntura LGH continua ad essere un gruppo in crescita, che dà lavoro ad oltre 1.300 persone e che ogni anno genera una redditività importante, che nel 2012 ha, tra l’altro, consentito di ridurre l’esposizione finanziaria di oltre 20 milioni di euro. Siamo molto soddisfatti del successo che l’operazione ha riscosso presso il sistema bancario, segno evidente che, al di là dell’andamento dei mercati finanziari, le banche hanno confermato al nostro gruppo il proprio pieno supporto, garantendoci un importante rafforzamento della struttura finanziaria e una significativa dotazione di nuova finanza, in linea con le nostre esigenze. Un particolare ringraziamento va a La Compagnia Finanziaria e a tutte le banche che hanno aderito alla nostra richiesta, soprattutto ad Intesa Sanpaolo ed ad Unicredit che fin dall’inizio hanno condiviso la logica e la struttura del finanziamento”.
“Ottenere finanziamenti a medio termine dal sistema bancario, soprattutto senza garanzie, oggi come oggi è un’impresa tutt’altro che agevole” - aggiunge Stefano Di Tommaso di LCF – “e solo le aziende con un solido merito di credito come LGH riescono a farlo, soprattutto se adeguatamente accompagnate e a fronte di piani di sviluppo credibili e sostenibili. Ormai assistiamo il Gruppo LGH da diversi anni e ne conosciamo bene tutte le positive valenze, nonostante la congiuntura sia complicata per tutti e la competizione molto accesa”.
Il responsabile della Direzione Public Finance di Intesa Sanpaolo, Ing. Andrea Bressani, ha così commentato: “La Direzione Public Finance ed infrastrutture di Intesa Sanpaolo sostiene gli investimenti destinati allo sviluppo delle reti e delle infrastrutture. Questo intervento - che vede coinvolte altre banche – contribuirà a fornire al territorio di riferimento servizi di pubblica utilità gestiti in modo sempre più efficiente”.

15 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000