il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Linea dura della Regione: 'Restituire 513mila euro'

Linea dura della Regione: 'Restituire 513mila euro'

Il fiume Po

CREMONA - La Regione Lombardia chiede la restituzione di una parte dei fondi stanziati in provincia di Cremona per l'alluvione del 2000. Questo il risultato dell'incontro odierno al quale hanno partecipato i sindaci dei tre Comuni interessati, Sommo con Porto, frazione di San Daniele Po, Torricella del Pizzo e Martignana Po. Circa 90 famiglie, che all'epoca avevano presentato documenti poi giudicati non idonei dalla Regione, dunque dovranno restituire i 513.000 euro ricevuti.
In media si tratta di somme che vanno dai 5 ai 10.000 euro. All'incontro erano presenti i sindaci dei tre Comuni con i funzionari della Regione e i dirigenti della Protezione civile lombarda. Non c'è possibilità di deroga: quei fondi vanno restituiti, anche se ci sarà la possibilità di richiedere una rateizzazione fino a tre anni. «Sapevamo che ci sarebbe stato poco da fare contro una sentenza del Consiglio di Stato - hanno ammesso i sindaci cremonesi - ma speravamo almeno di poter instaurare un dialogo. Dal punto di vista giuridico ormai c'è poco da fare. Un eventuale ricorso in Cassazione non ci darebbe ulteriori speranze, come conferma anche il nostro ufficio legale. Chiederemo aiuto a livello politico, ma sinceramente non so in che forma».
Ora i Comuni dovranno restituire i soldi alla Regione e quindi rivalersi sui cittadini, chiedendo a loro volta la restituzione dei fondi erogati 13 anni fa e utilizzati per ripristinare case e fabbricati danneggiati dalla piena del Po.
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

13 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000