il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Confcommercio, Casarin e la giunta si dimettono

"Il nostro compito era di traghettare l'associazione verso il cambiamento"

Confcommercio,  Casarin e la giunta si dimettono

Il consiglio direttivo di lunedì 11 aprile

CREMONA - Nel corso del Consiglio Direttivo, svoltosi lunedì 11 aprile, il presidente Fausto Casarin e l’intera giunta hanno comunicato che, con le celebrazioni del settantesimo anniversario di Confcommercio e l’approvazione dei bilanci a giugno, il loro compito è terminato. Tecnicamente le dimissioni presentate avranno effetto a giugno, dopo che l’assemblea avrà approvato i bilanci 2015. Nel frattempo la Giunta rimarrà in carica, oltre che per per svolgere l’ordinaria amministrazione (tra le altre cose, le celebrazioni del settantesimo), per continuare l’opera di riorganizzazione interna e completare, fin dove possibile, il rinnovamento dei gruppi di rappresentanza. Questo dovuto preavviso consentirà al consiglio di avere un congruo lasso di tempo per avviare le consultazioni ed arrivare alla nomina della nuova dirigenza politica.

“Ci eravamo impegnati, con la collaborazione di tutti, a gettare le fondamenta di una nuova Associazione - ha annunciato Casarin - più attiva, più vicina ai commercianti e alle imprese, più operativa sul territorio. Eravamo anche perfettamente consapevoli di essere dei traghettatori, dei dirigenti che si prendevano il non facile compito di avviare un cambiamento per il bene dell’Associazione, per consentirle di svolgere sempre meglio il compito di tutela e rappresentanza delle imprese associate. Per poi lasciare nelle mani di altri una Confcommercio diversa, avviata verso un improcrastinabile cambio di passo e di metodo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

12 Aprile 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000