il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Acciai al silicio alla Arvedi: due milioni da Regione Lombardia

Sottoscritti accordi di competitività: l'intervento prevede la realizzazione di un impianto sperimentale utilizzabile per la produzione di materiali con impiego prevalente nel settore automotive

L'acciaieria Arvedi

MILANO - Innovare per competere e favorire occupazione. Con questo obiettivo, Regione Lombardia ha sottoscritto accordi di competitività per 2,9 milioni di euro, uno dei quali (del valore di due milioni) siglato con l'acciaieria Arvedi di Cremona.

 "Gli accordi di competitività continuano ad affermarsi come una modalità virtuosa di sinergia tra pubblico e privato in grado di rilanciare e rivitalizzare il nostro tessuto economico e produttivo". È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, annunciando l'approvazione odierna da parte della Giunta, su sua proposta, di due schemi di accordo per la competitività che Regione Lombardia firmerà con la società acciaieria Arvedi di Cremona e l'Engitec Technologies S.p.a di Novate Milanese, in provincia di Milano.

"Con l'approvazione di questi nuovi schemi di accordo - ha spiegato l'assessore - andiamo ad impiegare più di 2,9 milioni di euro per sostenere due progetti di sviluppo in grado di aprire nuove opportunità di mercato per le imprese oggetto del nostro intervento e per la filiera coinvolta e, soprattutto, di tutelare il lavoro e incrementare l'occupazione in due province importanti come quelle di Milano e Cremona".

"Nell'ambito degli accordi di competitività che la Giunta da approvato - sottolinea l'assessore all'Università, Ricerca e Open Innovation Luca Del Gobbo - l'innovazione riveste un ruolo determinante nella forma e nella sostanza. Tecniche innovative sono alla base della creazione di un prodotto finale moderno e prorompente sui mercati internazionali così come una nuova struttura del processo industriale favorisce in modo determinante la gestione del lavoro e agevola la realizzazione del risultato finale. Siamo convinti che investire su percorsi innovativi sia il motore propulsivo per la competitività delle nostre imprese a livello nazionale e sul panorama internazionale".

L'intervento denominato 'Innovazione e potenziamento acciaieria Arvedi di Cremona' prevede, attraverso il contributo regionale di 2 milioni di euro, la realizzazione di un impianto sperimentale utilizzabile anche per scopi commerciali, per la produzione di nuovi acciai al silicio per impieghi elettrotecnici, noti come acciai magnetici e acciai di alta gamma, con impiego prevalente nel settore automotive. Sono inoltre previste azioni, proposte dal Comune e dalla Provincia di Cremona, che prevedono la riqualificazione e il potenziamento delle infrastrutture viarie connesse all'insediamento produttivo.

"Regione Lombardia - afferma Carlo Malvezzi, consigliere regionale di Cremona e presidente della Commissione Affari Istituzionali - riconosce chi investe in innovazione e ricerca, utilizzando uno strumento previsto legge 11/2014, 'Impresa Lombardia', finalizzato ad accrescere la competitività delle imprese. In questo caso, l'acciaieria Arvedi dimostra, ancora una volta, coraggio e determinazione continuando a investire, anche in un momento di crisi del mercato siderurgico, in nuovi prodotti sperimentali, avvalendosi di un'attività di ricerca sempre più spinta. Questo la rende leader a livello nazionale e uno dei maggiori protagonisti del mercato globale".

Il progetto R&S 'Spl - spent pot liners', grazie al contributo regionale di oltre 900.000 euro, prevede l'implementazione di un innovativo processo tecnologico che consente di trasformare il materiale di scarto altamente pericoloso in materie prime riutilizzabili.

14 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000