il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Cottarelli: 'Debito pubblico, Italia a un livello insostenibile'

L'ex commissario alla spending review ha parlato agli studenti del liceo Anguissola nella sala Maffei

Cottarelli: 'Debito pubblico, Italia a un livello insostenibile'

CREMONA - In che baratro possa condurre un debito pubblico fuori controllo lo ha spiegato, lunedì 18 gennaio, l’economista Carlo Cottarelli, ex direttore del Dipartimento di finanza pubblica del Fondo Monetario Internazionale, ex commissario del governo italiano per la spending review ed attuale componente del Board Fmi di Washington, del quale è direttore esecutivo in rappresentanza di Italia, Grecia, Portogallo, Albania, Malta e San Marino. Cottarelli è stato il docente d’eccezione della lezione sul debito pubblico, promossa in una sala Maffei gremita di studenti dal Liceo Anguissola guidato da Fulvio Arpini (insieme a lui anche la docente Silvia Mussi e l’assessore comunale al bilancio Maurizio Manzi).

«Le attuali condizioni favorevoli sul mercato dei capitali sembrano aver fatto scivolare in secondo piano questo problema; e sarebbe un errore — ha ammonito Cottarelli — perchè un dato ancora molto alto ci espone a potenziali rischi elevati. E’ chiaro che in determinate circostanze può risultare necessario accrescere la spesa pubblica per stimolare l’economia, ma oltre certi limiti non si può andare».

E’ il caso dell’Italia, che lo scorso anno ha fatto registrare uno dei rapporti tra debito pubblico e prodotto interno lordo più alti della sua storia: 133 per cento, un dato che ci pone al terzo posti nella graduatoria di demerito dei Paesi avanzati, alle spalle di Giappone e Grecia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

18 Gennaio 2016

Commenti all'articolo

  • koglione

    2016/01/18 - 22:10

    non lo ha detto prima perchè il cane ubbidisce sempre al padrone? poteva abbaiare per segnalare un pericolo e non l' ha fatto, un pessimo cane da guardia, ma molto ubbidiente. è una metafora, naturalmente.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000