il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


COMMERCIO

Negozi storici: ecco i riconoscimenti del 2015

L'assessore regionale Parolini: 'Riconoscimento per l'impegno, una tradizione portata avanti per oltre 50 anni'

Negozi storici: ecco i riconoscimenti del 2015

La premiazione dei negozi storici

MILANO - "Questo premio riconosce il vostro impegno, la vostra storia e il valore che conservano nel presente. Con la vostra laboriosità' siete riusciti a durare nel tempo e, da più di cinquant'anni, avete saputo unire tradizione e innovazione, creando, con il vostro servizio, un valore duraturo per le comunità, i quartieri e le città in cui operate". Lo ha affermato Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, durante l'evento di premiazione 2015 dei 'Negozi storici', lunedì 19 ottobre, a Palazzo Lombardia, a Milano.

Il riconoscimento 'Negozio Storico' viene assegnato da Regione Lombardia per la capacità di preservare e valorizzare l'attività o il luogo oggetto dell'attività d'impresa da almeno 50 anni. Alla cerimonia hanno partecipato anche il sottosegretario regionale alle Riforme istituzionali, agli Enti locali, alle Sedi territoriali e alla Programmazione Daniele Nava e i rappresentanti di Confcommercio e Confesercenti Lombardia Renato Borghi e Filippo Caselli.

“Il premio è un riconoscimento all’impegno e al valore che i negozi conservano nel presente pur mantenendo le proprie radici affondate nella storia. Tradizione e innovazione sono il mix che caratterizza la laboriosità di questi imprenditori, offrendo un servizio per tutta la comunità in cui operano e garantendo quell’attrattività indispensabile alla ricchezza e al benessere dei territori”.  Lo ha detto Carlo Malvezzi, consigliere regionale del Nuovo Centrodestra. “Il sostegno di Regione Lombardia – ha chiarito Malvezzi – si dimostra non solo con riconoscimenti al valore, ma anche con risorse stanziate per migliorare la qualità e l’efficacia delle botteghe di tutti i territori, purché disposte ad investire. Quest’anno, per esempio, abbiamo messo a disposizione 1 milione di euro che servono a fare in modo di guardare al futuro con più certezze. Il segreto dei titolari di questi negozi è proprio quello di essere sempre con lo sguardo puntato al futuro rispetto al contesto in cui si muovono e lavorano nel presente”.

Ecco i negozi che hanno ottenuto il riconoscimento e che sono attivi nel nostro territorio.

  • Annicco, Centro Carni Contini (1951)
  • Bonemerse, Macelleria Gaboardi Pierino (1927)
  • Calvatone, Farmacia Santa Rita (1961)
  • Capergnanica, Trattoria Rosetta (1964)
  • Castelleone, Panificio El Furneer (1951)
  • Castelverde, Arredamenti Bertoglio Cristina Snc (1963)
  • Cicognolo, Osteria Dell'Umbreleer (1953)
  • Crema, Dal Vecchio - Dal 1954 (1954)
  • Cremona, Il Fornaio Snc (1956)
  • Cremona, La Maria di Priori Aldo (1965)
  • Cremona, Nuova Elettrolombarda (1956)
  • Cremona, Velo Moto Cremona (1939)
  • Pandino, Labò Bice di Bertazzoli Antonio (1960)
  • Soresina, Bar Caffe' 31 (1946)
  • Soresina, Sole e Luna (1938)
  • Soresina, Tabaccheria Jolly (1961)
  • Trigolo, Bar Centrale (1951)
  • Vescovato, Abbigliamento Mondini (1932)
  • Vescovato, Il Mappamondo (1954)
  • Dosolo, Ristorante Nizzoli (1963)
  • Viadana, Rosati (1950),
  • Viadana, Victor Moda (1946)

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

19 Ottobre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000