il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CAPPELLA CANTONE

Pietra tombale sulla discarica. Galimberti: una vittoria per tutto il territorio

Incubo amianto cancellato per sempre dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso presentato da Lameri Cereals

Pietra tombale sulla discarica. Galimberti: una vittoria per tutto il territorio

CAPPELLA CANTONE - Cancellato, e stavolta per sempre, l’incubo della discarica di amianto, ora sepolta da una pietra tombale. Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato da Lameri Cereals e ha annullato la sentenza di primo grado del Tar di Brescia che esattamente un anno fa aveva confermato la legittimità dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) rilasciata dalla Regione nel settembre 2011. Ora l’efficacia di quel documento non esiste più. E’ stata annullata dal provvedimento pubblicato giovedì 22 gennaio, redatto dai giudici dopo l’udienza di giovedì scorso. Per Lameri e i sindaci del territorio che hanno sempre combattuto contro la realizzazione del centro di stoccaggio è una vittoria a tutto campo.

"Una bella notizia per tutto il territorio e per Cremona - ha commentato il sindaco Gianluca Galimberti - è una vittoria dei cittadini, delle associazioni ambientaliste, delle Istituzioni e delle aziende che in questi anni si sono opposti alla costruzione di questo impianto. Un grazie in particolare ai sindaci del territorio e alla Lameri Cereals che non si sono mai arresi. Lo abbiamo sempre detto e lo ribadiamo oggi con più orgoglio: l’agricoltura e la filiera dell’agroalimentare sono eccellenze che vanno difese e valorizzate perché sono, insieme alla zootecnia ed agli istituti di ricerca e di alta formazione ad esse collegati, fattori determinanti per lo sviluppo del nostro territorio. La notizia della sentenza del Consiglio di Stato sulla Discarica di Cappella Cantone ci sprona a continuare nella direzione intrapresa fin da subito dalla nostra Amministrazione, insieme alla Provincia di Cremona: ovvero partire dal sistema consolidato e di grande tradizione che tiene insieme agricoltura, ambiente, agroalimentare e ricerca per rilanciare lo sviluppo del territorio cremonese, guardando a prospettive innovative e sostenibili al contempo”.

 

Leggi di più su La Provincia di venerdì 23 gennaio 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

23 Gennaio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000