il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


L'ESITO DEL VOTO

Cambio alla Libera Agricoltori

Il presidente uscente Piva resta fuori dal consiglio: «È la legge della democrazia»

Cambio alla Libera Agricoltori

La sede della Libera Associazione Agricoltori

CREMONA - Cambio al vertice della Libera Associazione Agricoltori Cremonesi. E’ il verdetto che esce dal voto degli iscritti all’associazione di piazza del Comune, che tra lunedì e ieri si sono recati alle urne per eleggere il consiglio generale e i ‘parlamentini’ delle sezioni economiche, destinati a rimanere in carica fino al 2018. Il presidente uscente Antonio Piva, alla guida della Libera dal marzo 2008, è rimasto infatti escluso dal gruppo degli eletti e non potrà quindi correre per il suo terzo mandato. La lista, formalmente unica, sottoposta al giudizio degli elettori ha visto di fatto contrapporsi due diversi schieramenti; i rapporti di forza all’interno del nuovo consiglio generale sembrano però ancora sensibilmente favorevoli alla squadra messa in campo dallo stesso Piva. «In democrazia contano e vincono i numeri, dunque accetto la sconfitta personale», è stato il primo commento del presidente uscente. «Registro però con soddisfazione che la mia lista ha retto molto bene, e può comunque disporre di una netta maggioranza in consiglio, elemento che costituisce una garanzia per la prosecuzione del lavoro svolto in questi anni, nel segno della continuità». Il quadro del nuovo organismo di vertice uscito dalle urne risulta ad ora delineato solamente in parte. Con le elezioni di questi quattro giorni è stato definito solamente il blocco dei primi 28 consiglieri, eletti nei tre sindacati (proprietari, affittuari, impresa familiare) e nelle quattro zone (Cremona, Crema, Casalmaggiore e Soresina). Si tratta di Stefano Pasquali, Federico Dizioli, Paolo Salomoni, Francesco Stroppa, Giuseppe Cabrini, Francesca Reverberi, Davide Balestreri, Stefano Fioni, Giusepe Tommaso Lanzoni, Emanuela Donelli, Antonio Ernesto Ercoli, Alain Pelizzari, Roberto Bellini, Maurizio Roldi, Arturo Padovani, Renzo Casazza, Pierluigi Filippini, Valerio Locatelli, Lauro Valcarenghi, Francesco Avogadri, Pietro Facchi, Osvaldo Compagnoni, Egino Galli, Ernersto Urtini, Mario Bislenghi, Gianfranco Visioli, Sebastiano Bongiovanni e Mauro Begatti. A questi vanno aggiunti il presidente dell'Anga provinciale Alda Dalledonne e quello del sindacato Pensionati che verrà eletto martedì 21 ottobre. Inoltre del consiglio faranno parte anche i sei presidenti delle sezioni economiche, anche loro ancora da eleggere.

17 Ottobre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000