il network

Domenica 23 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY FEMMINILE, MONDIALE

Filippine ko (0-3), Pomì in semifinale

Casalmaggiore vince con le All Star Filippine (25-19; 25-15; 25-21) e sabato 22 ottobre alle 13.30 sfida il Volero Zurigo per conquistare la finale

Tifosi Pomì

I tifosi della Pomì Casalmaggiore presenti a Manila

MANILA - La Pomì risolve la pratica Psl Manila in tre set e ottiene l'ennesimo traguardo storico accedendo alle semifinale del Mondiale per Club e posizionandosi dunque tra le prime quattro formazioni del mondo. Negli otto anni di vita della Pomì Casalmaggiore questa è l'undicesima semifinale su diciotto competizioni nazionali ed internazionali disputate. Sabato alle 13.30 l'ostacolo che si frappone tra le casalesi e la finale per il titolo di campione del mondo sarà il Volero Zurigo. La Rai nel frattempo pare aver sciolto la riserva variando rispetto a quanto diramato in sede di acquisizione dei diritti e annunciando la diretta televisiva (Raisport) per la semifinale tra Pomì e Volero sabato 22 ottobre alle 13.30 italiane.

A caldo Klara Peric ha commentato: "sono molto contenta di com'è andata la partita, nel terzo set abbiamo avuto un piccolo calo di concentrazione ma siamo rientrate bene. Giocare qui è davvero fantastico".

Pomì Casalmaggiore: Peric 1, Bosetti 16, Fabris 9, Stevanovic 9, Tirozzi 14, Gibbemeyer 4, Sirressi (L), Turlea 2. N.e.: Guerra, Lloyd, Bacchi, Susic, Gibertini (L). All. Caprara.

Santiago 11, Niemer 9, Fukuda (L), Fajardo 2, Morales 3, Staltzer 9, Nyukhalova 3, Boonlert, Reyes (L), Gonzaga 1, Daquis 1, N.e.: Molina, Krivets. All. Branislav.

Arbitri: Patricia Rolf e Taoufik Boudaya.

1 set - avvio sprint della Pomì che con il buon servizio di Peric ed il muro piazzato sprinta sul 3-0 che porta al time out Branislav ma il primo cambio palla delle filippine giunge sul 5-1. Santiago e socie non trovano mai la traiettoria corretta in attacco mentre la Pomì è ordinata e precisa e con la ricostruzione di Stevanovic passa sul 10-2 del secondo time out Branislav. Le padrone di casa piazzano un mini-break con il servizio di Niemer per il 14-7 che convince Caprara a fermare i giochi ma nonostante la Pomì non arrivi mai a rischiare nel punteggio le disattenzioni in ricezione e la scarsa correlazione muro-difesa tengono attaccata al match la formazione di casa sul 17-12. L'ace subito da Sirressi certifica lo stato di difficoltà sul 18-15 del secondo time out Caprara che anticipa il 18-16. Le asiatiche sono a contatto e non perdono più l'appoggio costringendo la Pomì al finale combattuto prima che un altro check a favore e l'ace di Tirozzi valgano il 22-18 prima che una doppia Bosetti valga l'1-0 sul 25-19.

2 set - l'ennesimo challenge a buon fine lancia il 4-1 Pomì ma le asiatiche rintuzzano il passivo sino al 4-3 prima che due errori di Fajardo agevolano muro ed errore per l'8-4 del time out Branislav. La palleggiatrice lascia il campo ma gli errori non diminuiscono e la Pomì pesca il +7 sull'ace di Stevanovic per il 12-5 mentre il colpo di grazia sembra assestarlo Bosetti che dal servizio spinge Casalmaggiore sul 17-7. La Pomì commette qualche sbavatura ma non arriva mai a mettere in pericolo il punteggio (22-13) prima di chiudere con Fabris per il 25-15.

3 set -  il 2-0 rilassa forse troppo prematuramente la Pomì che al rientro pasticcia più che mai concedendo il 2-4 alle asiatiche. Turlea rileva Fabris ma la Pomì fatica troppo in cambio palla e finisce lontano sul 4-8 prima che il margine si faccia addirittura più pesante sul 6-11 che segue il time out Caprara. La Pomì si riavvicina ma fatica terribilmente in attacco e non riesce a capitalizzare le ricostruzioni finendo sempre per pagare dazio sino al 10-14. Niemer guida le compagne nuovamente verso un buon vantaggio sul 13-18 ma la Pomì prova a restare aggrappata forzando il time out locale sul 15-18. La Pomì arriva sempre ad un passo dall'aggancio prima sul 18-17 poi sul 20-19 prima che Turlea chiuda una lunga rincorsa sul 20-20 che esaurisce i time out di Branislav. E' ancora Turlea a scrivere il vantaggio prima che Tirozzi aumenti il margine con due fendenti che conducono la Pomì ad un punto dalla semifinale sul 24-21. Gibbemeyer in primo tempo spedisce la Pomì tra le prime 4 del mondo.

20 Ottobre 2016