il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


MILANO

Lavoratori irregolari, Gruppo FMA vittima inconsapevole

Sfruttamento precari: 'Noi sempre corretti'

(ANSA) MILANO -

Il gruppo Fma, che opera da circa un trentennio nel settore dei servizi
di marketing, respinge, in una nota firmata dal proprio legale Alessandro Ghezzo,
qualsiasi addebito di sfruttamento di manodopera, oggetto di una indagine da parte
della Guardia di Finanza, e si dice «certo di poter dimostrare nelle Sedi competenti la
correttezza del proprio operato». 
 Il gruppo Fma - è scritto nella nota - «è in realtà vittima inconsapevole degli illeciti e dei
falsi commessi da altri soggetti che solo la verifica della Guardia di Finanza ha
consentito di svelare. Infatti - prosegue Fma - tutti i rapporti con hostess e promotor
riconducibili ad un rapporto intercorso con una cooperativa con sede a Livorno sono
stati dalla stessa gestiti in totale autonomia sotto il profilo retributivo, contributivo,
previdenziale e fiscale. Infatti nei soli confronti di tale cooperativa sono già state
irrogate sanzioni dalla stessa Guardia di Finanza, in quanto ritenuta effettivo datore di
lavoro nella quasi totalità dei collaboratori oggetto dell'indagine svolta».
Il gruppo Fma, che opera da circa un trentennio nel settore dei servizidi marketing, respinge, in una nota firmata dal proprio legale Alessandro Ghezzo,qualsiasi addebito di sfruttamento di manodopera, oggetto di una indagine da partedella Guardia di Finanza, e si dice «certo di poter dimostrare nelle Sedi competenti la correttezza del proprio operato».  Il gruppo Fma - è scritto nella nota - «è in realtà vittima inconsapevole degli illeciti e deifalsi commessi da altri soggetti che solo la verifica della Guardia di Finanza haconsentito di svelare. Infatti - prosegue Fma - tutti i rapporti con hostess e promotorriconducibili ad un rapporto intercorso con una cooperativa con sede a Livorno sono stati dalla stessa gestiti in totale autonomia sotto il profilo retributivo, contributivo,previdenziale e fiscale. Infatti nei soli confronti di tale cooperativa sono già stateirrogate sanzioni dalla stessa Guardia di Finanza, in quanto ritenuta effettivo datore dilavoro nella quasi totalità dei collaboratori oggetto dell'indagine svolta».

02 Maggio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000