il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CULTURA

Museo del Violino, collaborazione con il Glinka Museum di Mosca

Firmato l'accordo: a Cremona verranno restaurati un violino e un violoncello del Settecento

Museo del Violino, collaborazione con il Glinka Museum di Mosca

Il Museo del Violino di Cremona

CREMONA - Cremona si conferma capitale della liuteria. Il Glinka Museum Consortium di Mosca ha affidato al Museo del Violino (MdV) di Cremona due preziosi strumenti storici della Collezione di Stato della Federazione Russa affinché siano sottoposti a delicati lavori di restauro. Si tratta di un violino costruito nel 1749 da Santo Serafino, importante liutaio veneziano, e di un violoncello del 1730 circa attribuito a Pietro Guraneri, cremonese di origine ma trasferitosi poi a Venezia. Il contratto di collaborazione è stato firmato da Mikhail Bryzgalov, direttore del Museo Glinka, Virginia Villa e Paolo Bodini, direttore generale e CEO del Museo del Violino. È la prima volta che due strumenti della celebre Collezione di Stato Russa vengono inviati a Cremona per il restauro. Il lavoro sarà programmato dopo un attento studio coordinato da Fausto Cacciatori, conservatore MdV, e sarà effettuato anche grazie alla collaborazione del Laboratorio Arvedi di indagini diagnostiche non invasive dell’Università di Pavia con sede presso il Museo del Violino. Il lavoro di restauro vero e proprio, per scelta dei responsabili del Museo Glinka, sarà quindi affidato all’atelier cremonese Carlson&Neumann, specializzato in strumenti antichi e collaboratore di lunga data del Comune di Cremona per gli interventi effettuati sugli strumenti delle Collezioni Civiche Liutarie. “È un riconoscimento particolarmente importante del ruolo del Museo del Violino che, nato meno di tre anni fa, ha saputo conquistarsi – osserva Virginia Villa - una posizione internazionale di assoluto rilievo, confermando il primato della liuteria cremonese la cui tradizione lunga cinque secoli è stata riconosciuta dall’Unesco patrimonio immateriale dell’'Umanità”.

19 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000