il network

Martedì 11 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


EVENTI

Cremona Musica, dodici bande per entrare nel mondo dei fiati

Dal 28 al 30 settembre a Ca' de' Somenzi cinque manifestazioni in una

Cremona Musica, dodici bande per entrare nel mondo dei fiati

Il clarinettista Milan Rericha

CREMONA - CremonaMusica - in programma a CremonaFiere dal 28 al 30 settembre - non è una rassegna unica, ma cinque manifestazioni in una: Mondomusica, Cremona Winds, Piano Experience, Acoustic Guitar Village e Accordion Show, dedicati rispettivamente ad archi, fiati, strumenti a tastiera, chitarre e fisarmoniche.
Per quanto riguarda Cremona Winds, questa sezione torna per il terzo anno a Cremona Musica, proponendo nuovamente una lunga serie di artisti di primo piano dal mondo degli strumenti a fiato, oltre a una ricca area espositiva, che rende questo appuntamento il punto di riferimento fieristico del settore. Fra gli artisti più attesi il clarinettista Milan Rericha, il cornista Nilo Caracristi e i flautisti Adriana Ferreira, Jean-Claude Gérard, Francesco Loi e Raffaele Trevisani.
Grande attesa c’è anche per le iniziative speciali di questa edizione, come lo SMIM day, la giornata dedicata a docenti e studenti delle scuole medie ad indirizzo musicale, venerdì 28 settembre. Il programma prevede masterclass e seminari su clarinetto, flauto, sassofono e normative ministeriali, che vedranno fra i protagonisti anche Salvatore Lombardi e Piero Vincenti, artistic advisors di Cremona Winds. Una giornata pensata per una realtà importante del nostro sistema educativo, che custodisce il presente ed il futuro della musica. Si ricorda che gli insegnanti presenti potranno richiedere un attestato di partecipazione per l’esonero dall’obbligo di servizio per i tre giorni della manifestazione.
Fra le novità del 2018 anche la rassegna bandistica, con dodici delle migliori bande italiane che si esibiranno su un palco apposito durante le intere giornate del 29 e del 30 settembre. Un evento che omaggia un mondo che fa parte della grande tradizione musicale italiana, e che negli ultimi anni si sta sviluppando anche qualitativamente, grazie ai sempre maggiori ingressi da parte di musicisti giovani e diplomati nei conservatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Settembre 2018