il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


LINEA MN-CR-MI

Ritardo e guasto, pendolari spostati su un altro convoglio, poi il treno parte vuoto

Casoni (inOrario): 'Una presa per i fondelli, è inaccettabile'

Pendolari alla stazione di Cremona

CREMONA - Rientro a casa in ritardo e con beffa per i pendolari della linea Mantova-Cremona-Milano. A raccontare l'ennesimo disservizio, giovedì 25 settembre, è Matteo Casoni del Comitato Pendolari inOrario. "Il treno 2663 (quello che parte dalla stazione Centrale di Milano alle 19.15, ndr) viene dato con 20 minuti di ritardo in partenza. Poi, alle, alle 19:30, i pendolari vengono mandati tutti su un altro materiale annunciando 30 minuti di ritardo, che poi diventano 40, 50, 55 e, infine, 60. Alla fine, a causa di un guasto, viene detto di andare sul 2665 delle 20:20, primo treno utile per Mantova (annuncio in stazione), per poi, alle 20:30, far partire il materiale del 2663 vuoto davanti al 2665. Una gestione indegna della situazione e da vera presa dei fondelli. E' inaccettabile".

Prima di questo episodio, nell'arco della giornata, anche altri treni che viaggiano sulla tratta avevano accumulato ritardi fino a 30 minuti. Situazione alle quali i viaggiatori hanno ormai fatto l'abitudine, malgrado la misura sia ormai colma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

25 Settembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000