il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Esercitazione di protezione civile con oltre 200 volontari

Simulazione di un'emergenza idraulica sull'asta del fiume Po

Esercitazione di protezione civile con oltre 200 volontari

Operatori, volontari e funzionari nell'area del porto canale

CREMONA - La Provincia di Cremona, in collaborazione con Aipo, nei giorni 20 e 21 settembre ha organizzato un’esercitazione di protezione civile che comporta il coinvolgimento, oltre che degli uffici provinciali di protezione civile e dell'Ufficio Operativo dell'Aipo di Cremona, di tutte le organizzazioni di volontariato. della nostra provincia. Nel corso dell'esercitazione è simulata un'emergenza idraulica sull'asta del fiume Po.

Presenti al “quartier generale” presso gli Uffici della Provincia di Cremona al Porto, oltre agli operatori, volontari di protezione civile, il dirigente della Provincia arch. Maurizio Rossi, con lo staff provinciale, il funzionario dell’Aipo Marco Laveglia, il funzionario del Dipartimento Protezione Civile nazionale di Roma, il corpo Forestale dello stato Comando Provinciale di Cremona.

Operativa, presso gli uffici provinciali al porto, la centrale di comunicazione e comando, con una sala dedicata hi-tech attrezzata con numerosi monitor, postazioni internet e strumentazioni atte a raccogliere informazioni di emergenza segnalate dalle squadre sul posto e coordinare gli interventi a livello locale. Con un app innovativa, “ProtezioNET” si raccolgono in real time informazioni sulle emergenze con messaggi ed email georeferenziati, con coordinate GPS e informazioni testuali, che danno il quadro esatto del “come e del dove” lungo l’asta fluviale si verificano situazioni di emergenza; sistema interfacciato ed integrato ad altre procedure informative, per rispondere immediatamente alle differenti situazioni, che si possono verificare sul territorio.

Scopo principale dell'esercitazione è quello, appunto, di testare l'attivazione del sistema della protezione civile ed in particolare delle attività idrauliche, con l'ausilio del volontariato nella gestione di una emergenza che coinvolgerà l'intero asse fluviale del Po da Cremona sino a Casalmaggiore, comprendendo parte dell'asta del fiume Adda sino all'altezza di Pizzighettone, così come definito dal Piano di Emergenza Provinciale per il rischio idraulico del Fiume Po approvato nello scorso dicembre. Inoltre è stato realizzato un campo forze e risorse nell'area portuale (sede della protezione civile provinciale). L'esercitazione costituisce anche la tappa finale (con relativo test e prove pratiche esercitazione) del corso di formazione “Area di Intervento Idrogeologico Asta fiume Po” iniziato a maggio 2014 che ha visto un grande coinvolgimento dell'AIPo. Coinvolti circa 170 volontari nella giornata di sabato e un centinaio nella giornata di domenica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

20 Settembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000