il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

I sindaci replicano al Pd: 'Le cavolate di Piloni'

Rotture all'interno e polemiche all'esterno per le elezioni del nuovo presidente della Provincia

I sindaci replicano al Pd: 'Le cavolate di Piloni'

Matteo Piloni

CREMONA - Rotture all'interno e polemiche all'esterno. C'è sempre il Pd al centro dello scontro sulla votazione domenica 12 ottobre, per il nuovo presidente e il nuovo consiglio della Provincia riformata. “Ha perso una buona occasione per non dire cavolate”: così la lista civica dei sindaci che partecipa alle elezioni replica al segretario provinciale dei democratici Matteo Piloni. Era stato Piloni, durante l'assemblea provinciale del partito incentrata sul caso Gianluca Galimberti-Stefania Bonaldi e sfociata nelle contestazioni dei cremonesi alla guida della federazione (“E' stato un disastro del Pd locale”), a dare fuoco alle ceneri. Con il passaggio della sua relazione introduttiva dedicata all'alleanza trasversale dei sindaci. “Una lista civica che civica non è, tutti noi conosciamo i nomi di chi c'è dietro. Questa 'civica' di civico non ha niente”. Il giorno dopo, Antonio Grassi, primo cittadino di Casale Cremasco e tra i promotori della lista, non si è fatto pregare. “Piloni ha perso una buona occasione per non dire cavolate".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

20 Settembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000