il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SPINADESCO

Incrocio più sicuro, via delle Industrie chiusa fino a dicembre

Opera da 810 mila euro finanziata da Arvedi

Incrocio più sicuro, via delle Industrie chiusa fino a dicembre

Il cantiere in via delle Industrie

SPINADESCO — Cominciati in agosto, dureranno al più tardi fino alla fine dell’anno i lavori per l’ampliamento, la riqualificazione e la messa in sicurezza dell’innesto di via delle Industrie sulla provinciale Codognese (via Milano). Ma l’assessore Andrea Manfredini sottolinea che quella del 31 dicembre è l’ipotesi peggiore e che se le condizioni meteo reggeranno i lavori potranno essere completati entro 45 giorni. Insomma tempo un mese e mezzo e l’incrocio sarà finalmente rimesso a nuovo. L’importo complessivo dell’opera è stimato in 810mila euro ed è finanziato interamente dall’Acciaieria Arvedi.

«E’ un’opera — spiega Renato Crotti, responsabile della comunicazione del gruppo siderurgico — con la quale l’acciaieria vuole contribuire a migliorare la viabilità e la sicurezza del comune di Spinadesco».

Fino ad oggi infatti via delle Industrie sfociava sulla ex statale 234 con un incrocio a T. Non solo, ma la carreggiata della via Milano in quel tratto aveva una larghezza normale, cosicché i veicoli che provenivano da Cremona e dovevano svoltare a sinistra restavano in mezzo alla strada a dare la precedenza a quelli che arrivavano dalla direzione opposta, rallentando la circolazione ed esponendosi al rischio di tamponamenti, specialmente nelle giornate di nebbia. Via Milano sarà adesso allargata e la nuova intersezione prevede delle corsie riservate. Anche l’illuminazione sarà potenziata. Manca però una protezione per le biciclette.

«Sono in corso — spiegano dal Comune di Spinadesco — contatti con Sesto e Cremona per lo studio di percorsi ciclabili protetti». La riqualificazione dell’incrocio era prevista dalla convenzione firmata fra l’azienda e l’ente locale nell’ottobre del 2010. Si tratta di un’opera di compensazione per la realizzazione dello stabilimento a nord dell’Acciaieria che insiste sui territorio di Spinadesco, Sesto e Cremona. E lo scorso ottobre è stato sottoscritto un protocollo d’intesa fra l’Arvedi, la Provincia, il Comune di Sesto ed il Comune di Spinadesco per coordinare gli aspetti tecnici, finanziari, amministrativi di esecuzione dei lavori per garantire nel più breve tempo possibile la realizzazione dell’opera. L’ordinanza del Comune prevede il termine del 31 Dicembre 2014 per l’ultimazione dei lavori.

«Originariamente — spiega l’assessore Manfredini — avevamo previsto una chiusura parziale di via delle Industrie con un senso unico alternato. Ma per accelerare il cantiere abbiamo pensato, dopo aver sentito le ditte che si affacciano sulla via e aver ‘incassato’ la loro disponibilità, di chiudere completamente la strada, eccetto per i residenti». Accanto al nuovo incrocio sta sorgendo un nuovo parcheggio di camion, «ma questo — spiega Manfredini — non avrà impatti significativi sulla viabilità. Che è stata progettata, sulla base di uno studio del traffico del 2012, tenendo conto dei veicoli equivalenti/ora sulla Codognese in entrambe le direzioni e sulla via delle Industrie. Inoltre le corsie saranno realizzate in modo da tener conto di possibili incrementi del traffico veicolare».

17 Settembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000