il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Arcimboldo, Fasani (Ncd): 'Galimberti si è rimangiato tutto, visione provinciale della cultura'

Dal centrodestra, risvegliatosi dopo la batosta elettorale, piovono critiche sul sindaco e torna a pungere anche Vittorio Sgarbi

Arcimboldo, Fasani (Ncd): 'Galimberti si è rimangiato tutto, visione provinciale della cultura'

L'Ortolano dell'Arcimboldi esposto a Cremona

CREMONA - “Dietrofront”, “Figuraccia”, “Visione provinciale della cultura”. Il giorno dopo l'incontro con l'assessore regionale Cristina Cappellini e la decisione di prestare per quattro mesi all'Expo l''Ortolano' di Arcimboldo (custodito presso la Pinacoteca), dal centrodestra, risvegliatosi improvvisamente dopo il lungo torpore seguito alla batosta elettorale, piovono commenti sul sindaco Gianluca Galimberti.

Il più velenoso, anche in questo caso affidato a Facebook, è di Federico Fasani (Ncd). “Trovato l'accordo, il sindaco ha proposto... ? - scrive l'ex assessore all'Urbanisticxa -. No, il Professore è stata costretto da una città intera a deporre la sua ostinazione provinciale. L'unica decisione che aveva preso in apparente autonomia è stata ribaltata da chi decide veramente”. Continua Fasani: “Dopo una giunta costruita con scrupoloso rigore algebrico dal Pd, dopo la nomina al Museo del Violino maturata in seno al ricevimento delle 'buone tartine' nei salotti bene di via Beltrami, adesso il Professore deve abbandonare il fortino eretto in difesa dell''Ortolano'... e sono passati solo cento giorni”.

E nella polemica sorta intorno all'Ortolano torna a pungere anche Vittorio Sgarbi. "E' stupefacente la rapidità con la quale il sindaco di Cremona ha cambiato idea: non vorrei che la mia posizione sul prestito del dipinto abbia scatenato una sua reazione psicologica". Il critico d'arte, ambasciatore della Cultura della Regione Lombardia per l’Expo 2015, bolla l'intera vicenda come "ridicola". Infatti, è l'opinione di Sgarbi, l'Ortolano dell'Arcimboldi "non ha alcuna capacità di attrazione e non vedo chi potrebbe muoversi per andare a vederlo. Quando ho detto che non lo volevo il sindaco ha deciso di cambiare idea".

Il sindaco Galimberti, che ha preferito non replicare alle critiche degli avversari politici e di Sgarbi, ha incassato il sostegno del Pd e della sua lista 'Fare nuova la città': "Nessun cambio di rotta nella decisione del primo cittadino".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

06 Settembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000