il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA - PIAZZA ROMA

'Fracasso insopportabile', festa finisce sotto accusa

Decibel nel mirino, numerose chiamate ai vigili che, però, non sono più competenti per i controlli: ora se ne occupa l'Arpa che non copre il servizio serale

'Fracasso insopportabile', festa finisce sotto accusa

Auto della polizia locale in piazza Roma a Cremona

CREMONA - I giardini pubblici di piazza Roma come una discoteca all’aperto «con la musica a volume così alto, che in casa non si riusciva nemmeno a sentire la televisione. Un baccano infernale per una festa dove non c’era praticamente nessuno. Chiariamo subito: non vogliamo passare per i soliti guastafeste che si lamentano senza motivo. Chiediamo controlli sui decibel e, soprattutto, che vengano effettuati davvero».

E’ la protesta monocorde sollevata da numerosi residenti in relazione alla festa che si è svolta sabato 30 agosto con i deejay sistemati sotto la pagoda. I residenti riferiscono di avere chiamato i vigili e raccontano di averlo fatto anche altre simili occasioni. «La risposta è sempre la stessa: non spetta a loro controllare i decibel».

Il controllo dei decibel, prima, era di competenza della polizia locale, poi la Regione Lombardia lo ha passato all’Arpa, che è un organo tecnico e non di polizia. E qui sta il problema. Perché l’Arpa non copre il servizio di sera, a differenza dei vigili che in passato, strumentazione alla mano, andavano a verificare se il limite dei decibel veniva rispettato, recandosi anche nelle abitazioni. Tolta la competenza, la strumentazione è finita in soffitta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

01 Settembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000