il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SAN DANIELE PO

Reperti preistorici consegnati al Museo Paleontologico

Donati un quadro, un molare di mammuth e un cranio di cinghiale

Reperti preistorici consegnati al Museo Paleontologico

Il cranio di cinghiale

SAN DANIELE — Il Po continua a restituire importanti reperti e gli appassionati che li ritrovano li consegnano al museo Paleontologico di San Daniele, una struttura che è ormai diventata un punto di orientamento per tutta la provincia. Nei giorni scorsi si sono recati al Museo, accolti da direttore Simone Ravara, il pittore Adis Badaracchi e il giornalista Fulvio Stumpo. Il primo, che ha già consegnato alla struttura numerosi reperti, ha donato in questo caso un suo dipinto collegato ai paesaggi padani, il secondo invece ha consegnato un molare di mammuth e il cranio di quello che sembrerebbe un cinghiale preistorico o quanto meno di un maiale selvatico (questo reperto è stato rinvenuto dall’appassionato del Po e vogatore Mario Giuseppe Bellini e ‘spedito’ a San Daniele tramite Stumpo).

I due fossili sono stati consegnati al direttore Ravara. «Due ritrovamenti importanti, che arricchiscono ancora di più la nostra collezione» ha detto ringraziando. Una collezione che in effetti fa da richiamo non sono per gli innumerevoli visitatori ma anche per gli scienziati, con i quasi 500 pezzi prestorici conservati. «Ricordo che a San Daniele abbiamo due pezzi unici — ha detto Ravara — la calotta cranica del neanderthaliano ‘Paus’ e ‘Rino’, la testa quasi intatta di un rinoceronte ritrovata sugli spiaggioni di Spinadesco da Ennio Mondoni

19 Agosto 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000