il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Autovelox di via Persico, verbali verso quota nove mila

Le multe sono tra le cinquanta e le sessanta al giorno, intanto il comitato dei contras ha presentato il ricorso al Tar (prima udienza o il 2 o il 29 settembre)

Autovelox di via Persico, verbali verso quota nove mila

L'autovelox fisso in via Persico a Cremona

CREMONA - Superata quota settemila verbali, si veleggia al ritmo di cinquanta-sessanta multe al giorno e ci si attende di concludere l’estate, il prossimo 21 settembre, con almeno 9mila sanzioni. L’estate dell’Autovelox, in via Persico, ha portato più sicurezza, ha incassato il placet di non pochi residenti del Maristella (che si sentono più tutelati), ma anche la combattiva protesta di un comitato (‘Sposta l’Autovelox’), che è passato alle carte bollate pur di veder quell’occhio elettronico in un altro punto di quella strada. Il computo, secondo alcuni realizzato per difetto, è stato fatto nelle scorse ore sulla base degli elementi raccolti dagli stessi membri del comitato guidato da Massimiliano Zagheni. Assistito dagli avvocati Massimo Nicoli e Gian Andrea Balzarini, il comitato ha presentato un ricorso al Tar. La prima udienza potrebbe avvenire già a settembre (si parla di due possibili date: il 2 o il 29).

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

18 Agosto 2014

Commenti all'articolo

  • massimiliano

    2014/08/20 - 17:05

    Per i meno superficiali , vi facilito la ricerca : diretiva Maroni 14 Agosto 2009 allegato 1 articolo 6.4

    Rispondi

  • massimiliano

    2014/08/20 - 17:05

    alt sposta l'autovelox significa METTERLO dove da anni ci sono MORTI (vedi anche le scorse settimane) non in mezzo a un campi, carissimo la sua sicurezza la metta vicino agli attributi che ha nominato lei! ci sono 11 strade PERICOLOSE a Cremona e loro dove lo mettono? in via Persico. la dodicesima come numero di sinistri, in particolare in quei 250 metri li NON è successo MAI niente , invece di dire frasi quasi inutili tipo basta andare piano, è uguale a basta pagare tutti le tasse... fatevi raccontare da qualcuno del comitato perchè quel dispositivo è finito li dopo il primo decreto del prefetto che imponeva la posa in un altro posto! che senso ha multare il pensionato con la panda a 56 all'ora e chiudere un occhio sulle moto e li scooter che passano in quel punto a 100 km/h ... la sicurezza dov'è lo sapevate questo? certo che abbiamo sbagliato, li c'era un limite e non l'abbiamo rispettato le sanzioni sono sacrosante! ma voi che scrivete conoscete la direttiva Maroni? informatevi

    Rispondi

  • They

    2014/08/20 - 07:07

    Questa è una delle poche aziende redditizie in Italia. Sono d'accordo con il commento del sig. Giorgio ma teniamo presente che l'autovelox da solo non basta per la sicurezza, infatti passato quello molti riprendono a correre. In giro ne vedi di tutti i colori, sorpassi a destra, guidatori al cellulare ma quello che si nota di più sono i fari spenti sulle strade extraurbane anche in giornate di scarsa visibilità e nessuno che li fermi per contestargli l'infrazione.

    Rispondi

  • gianfranco

    2014/08/19 - 21:09

    basta rispettare i limiti, risparmiano loro, e risparmiamo noi, il giudice di pace costa e lo pagano tutti anche quelli che rispettano i limiti, perché è un servizio pubblico che sta diventando un vizio dei furbi.

    Rispondi

  • gianfranco

    2014/08/19 - 21:09

    basta rispettare i limiti, risparmiano loro, e risparmiamo noi, il giudice di pace costa e lo pagano tutti anche quelli che rispettano i limiti, perché è un servizio pubblico che sta diventando un vizio dei furbi.

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000