il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Fanno la spesa con le borse schermate

Due giovani marocchine 'smascherate' dai carabinieri all'Iper di Gadesco

Fanno la spesa con le borse schermate

Una borsa antitaccheggio simile a quella in possesso delle due donne

CREMONA - Muovendosi come normali clienti, avevano raggiunto il centro ‘CremonaDue’, a Gadesco, con l’intenzione di fare la spesa. Solo che avevano progettato di farla con borse schermate. Non hanno fatto in tempo. Bloccate dai carabinieri di Vescovato, che competenti sul polo commerciale situato lungo via Mantova erano impegnati in un servizio di controllo fra negozi e galleria, sono state arrestate prima ancora che provassero — visto che secondo gli inquirenti quello era il loro piano — a razziare merce. Nei guai domenica pomeriggio, accusate di ‘concorso in tentato furto aggravato’, sono finite due giovani marocchine, di 25 e 30 anni, entrambe con precedenti penali, ufficialmente residenti in provincia di Reggio Emilia ma di fatto senza fissa dimora. Le due borse sono state sequestrate: normali borsette da donna, piuttosto capienti, erano state modificate con un abile lavoro, prima di taglio delle fodere interne, ricoperte di carta stagnola, e poi di ricucitura. Uno stratagemma perfetto per poter rubare oggetti vari senza far scattare i sistemi anti-taccheggio. Stavolta però, grazie all’intuito investigativo dei militari, non ha funzionato.

11 Agosto 2014

Commenti all'articolo

  • franco

    2014/08/12 - 16:04

    E' proprio perchè l'Italia è un Paese libero che questa gente può girare senza impedimenti. Fa parte del pacchetto della democrazia: ci sono tanti vantaggi ma anche qualche piccolo inconveniente. Ma a conti fatti ne vale la pena.

    Rispondi

  • They

    2014/08/12 - 06:06

    Marocchine senza fissa dimora, per lo più con precedenti penali, vanno riportate in Marocco altrimenti dovrebbero dimostrare come riescono a vivere in Italia. Povera Italia come ti hanno ridotto, tutti i partigiani morti per liberarti si stanno rivoltando nella tomba.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000