il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Aggredita al parcheggio, una 36enne: 'Buttata giù dall'auto'

E' accaduto alle 14.30 di sabato 9 agosto: la donna ferita e sotto choc, una testimone lancia l'allarme e i carabinieri fermano un uomo

Aggredita al parcheggio, una 36enne: 'Buttata giù dall'auto'

Il parcheggio dell'ex Foro Boario lungo la via Mantova a Cremona

CREMONA - Una donna di 36 anni, residente fuori provincia, è stata aggredita alle 14.30 di sabato 9 agosto nel parcheggio dell'ex Foro Boario (dove c'è la Croce Rossa). Un uomo è stato fermato dai carabinieri. La vittima : «Sono stata spinta giù dall’auto, voleva rubarla».

L'episodio violento ha choccato la donna che è stata curata al pronto soccorso cittadino e dimessa con cinque giorni di prognosi con ematomi sul braccio destro ed scoriazioni su quello sinistro. Ai carabinieri, intervenuti immediatamente grazie al tempestivo allarme lanciato da una testimone, la vittima ha poi denunciato quell’uomo «sui cinquant’anni e dall’accento italiano» che voleva rubarle l’auto.

«Quell’uomo ha aperto la portiera del passeggero  - ha raccontato la donna - e si è aggrappato. Io ho accelerato, ma lui stava sempre aggrappato, si trascinava i piedi. Ho fin pensato ‘Adesso lo ammazzo, lo schiaccio con la ruota’. Ho percorso una cinquantina di metri, diretta verso l’uscita del parcheggio, mi sono fermata perché davanti c’era un’auto con due fidanzatini. Io ho gridato tutto il tempo. Istintivamente ho inserito la folle e ho messo il freno a mano. Avevo capito che voleva rubarmi l’auto e continuavo a tenere la mano destra sulla chiave». A questo punto, l’uomo che ha fatto? «E’ salito sul sedile del passeggero, sopra la mia borsa, ma quella non gli interessava. Mi ha dato uno spintone, mi ha detto ‘Scendi, scendi’ e mi sono trovata a terra, sull’asfalto, accovacciata tra la strada e la portiera. Sono caduta con il braccio sinistro, da qui le escoriazioni, con la mano destra non mollavo le chiavi inserite nel cruscotto. Lui mi ha afferrato il braccio destro. La violenza è stata tale che le chiavi si sono spezzate. Mi sono ritrovata per terra e l'uomo si è messo a correre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

11 Agosto 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000