il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Il Cascinetto dimenticato

«Non c’è solamente o corso Garibaldi», attacca la presidente del comitato di quartiere

Il Cascinetto dimenticato

L'ingresso del Cascinetto in via Maffi

CREMONA - «Spendono soldi per trasformare corso Garibaldi in una sorte di fiume Po di nessuna utilità per commercianti e cittadini, poi dimenticano la manutenzione delle strutture comunali che sono più utili ai quartieri ed a chi vi abita». Picchia duro Rosa Maria Grazia Tozzi, presidente del Comitato di quartiere 11 (Cascinetto-Villetta-Concordia, cioè Giuseppina) nel denunciare le pessime condizioni in cui si trova la sala di via Maffi, appunto al Cascinetto, che viene usata per incontri pubblici e per ritrovo del Comitato stesso. La presidente Tozzi chiarisce che da tempo il bagno è inutilizzabile e che il pavimento della sala è periodicamente inondato dall’acqua, che esce dal servizio rotto. Spiega: «Noi facciamo le riunioni, a nostro rischio e pericolo. E pensare che quando il sindaco Galimberti ha incontrato noi presidenti di tutti i quartieri ha promesso che avrebbe messo al primo posto la manutenzione, ma sino ad ora non abbiamo visto nulla». Passati i tempi della contrapposizione tra il Comitato ed il Kavarna, anche se si continua a chiedere che vengano spostate altrove le feste di partito, ora l’obiettivo è di riportare la sala, che si trova all’ingresso del complesso, nelle condizioni di normalità. E magari di dare una sistematina all’intero Cascinetto che è una delle rari spazi di aggregazione del quartiere Giuseppina, oltre naturalmente all’oratorio e alla parrocchia della Beata Vergine di Caravaggio. La presidente Tozzi così conclude: «Siamo in agosto, ma se vogliono possono fare i lavori, e rendere il bagno accessibile. Non mi pare servano poi così tanti soldi».

02 Agosto 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000