il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Via Filzi, sfratto eseguito dopo ore tensione

Il comitato in difesa di una famiglia romena (uomo, donna incinta e altri cinque famigliari)

Via Filzi, sfratto eseguito dopo ore tensione

Il comitato antisfratto al civico 44 di via Filzi a Cremona

CREMONA - Sfratto eseguito dopo un’intera giornata di tensione nell’edificio che si trova al civico 44 di via Fabio Filzi, nel quartiere Sant’Ambrogio, dove a difesa di una famiglia di romeni (lui, la moglie incinta e altri cinque familiari) che hanno dovuto lasciare l’abitazione sulla spinta di un atto esecutivo, si sono schieratI gli aderenti del comitato antisfratto, da mesi in prima linea in vicende come queste.

In mattinata c’è stato un primo intervento degli agenti della Digos. Intorno alle 19 sono arrivati agenti e carabinieri nel tipico assetto da tutela dell’ordine pubblico e la strada è stata isolata dai vigili. Gli esponenti del comitato sono stati fatti allontanare con calma, uno alla volta (da lontano hanno inscenato cori e slogan). Poi sono intervenuti i pompieri, che hanno aperto la porta. C’è stato un po’ di parapglia e, infine, lo sfratto è stato eseguito. 

Secondo il comitato, che ha subito intavolato una trattativa per trovare un tetto alla famiglia, questa ha da tempo il diritto a ottenere una casa popolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

30 Giugno 2014

Commenti all'articolo

  • Antonio

    2014/07/01 - 10:10

    Tanto a questi rumeni la casa gliela dà il comune, con la nuova ammistrazione poi.....

    Rispondi

  • Franco

    2014/07/01 - 10:10

    Buongiorno, mi permetto di rivolgermi alla Redazione: perchè invece di pubblicare, oltre la doverosa notizia, la foto di questi componenti del "comitato antisfratto" che sorridenti trovano il tempo di mettersi in posa per la foto sul giornale, non pubblicate solo le foto di cittadini che vanno a lavorare tutti i giorni e fanno il loro dovere senza pubblicita? Grazie

    Rispondi

  • arcelli

    2014/07/01 - 10:10

    Noi siamo così imbecilli che abbiamo un gruppo di intelligenti e sedicenti tutori dell'illegalità (negli utili e produttivi centri "sociali" cittadini) che invece che andare a lavorare e impegnarsi per i loro connazionali,si arrovellano e vanno dove ci sono immigrati,stranieri e comunque gente che non PAGA e vive da parassita alle spalle della società.Perchè io con le mie tasse dovrei mantenere questi qua?Guarda caso non pagavano l'affitto da anni e lei si è fatta mettere incinta,ha capito che l'unico modo per impietosire e avere rinvii è proprio quello.Credo basti già il fatto che noi questa gente la curiamo gratis nei nostri ospedali,per il resto si adeguino o se ne tornino nei paesi d'orifine,questo non è il Bengodi.

    Rispondi

  • Andrea

    2014/07/01 - 09:09

    Se lo sfratto e' diventato esecutivo un motivo ci sarà pure no..? Consiglio al componenti del comitato anti sfratto di accogliere anche temporaneamente nelle loro abitazioni i componenti di questa famiglia.

    Rispondi

  • They

    2014/07/01 - 06:06

    Scusate ma se sono rumeni perché non è la Romania a cercare una casa per questa gente?

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000