il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Stalker recidivo, la vittima: 'Sono cinque anni che subisco'

L’episodio più grave è successo il 28 febbraio scorso, quando Anna si è dovuta difendere con lo spray al peperoncino e lui è stato arrestato

Stalker recidivo, la vittima: 'Sono cinque anni che subisco'

CREMONA - Si sono conosciuti nel 2007 in un bar. Un aperitivo, due chiacchiere, una simpatia, la relazione interrotta a Natale di due anni dopo. E da allora «sono cinque anni che subisco». Lo ha detto Anna, commerciante, nell’ambito del processo che la vede vittima (presunta) di stalking da parte di Nicola Rebessi, classe 1962, di Polengo di Casalbuttano, l’uomo che lei, con le sue denunce («è dal 2008 che ne faccio») ha già fatto condannare due volte: la prima, tre anni fa, a un anno e otto mesi di reclusione, la seconda, sotto forma di patteggiamento, a 8 mesi. In passato, Nicola era finito agli arresti domiciliari per aver violato il divieto di avvicinarsi alla sua vittima. Poi, nel marzo dello scorso anno, il gip Guido Salvini lo aveva mandato in carcere, perché «nonostante ciò, come risulta dalle numerosissime denunce presentate dalla donna alla squadra mobile», l’uomo «ha ripreso l’attività di molestie in forma sempre più grave e complessa».

L’episodio più grave è successo il 28 febbraio scorso, quando Anna si è dovuta difendere con lo spray al peperoncino e lui è stato arrestato. Nicola - primo stalker ad essere stato arrestato da quando è stato introdotto il reato - l’ha tormentata con sms minacciosi e offensive, l’ha tempestata di telefonate sia in negozio sia a casa, di giorno e di notte, ha imbrattato il muro del negozio, ha lanciato uova contro le vetrine, sparpagliato vermi davanti all’ingresso, imbrattato di feci la maniglia dell’automobile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

25 Giugno 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000