il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Guasto fasullo, via 700 euro

Ancora sedicenti addetti Aem in azione in città, ne fa le spese un pensionato

Guasto fasullo, via 700 euro

Ennesima truffa in città ai danni di un anziano

CREMONA - Hanno colpito ancora. E questa volta hanno colpito duro. I malviventi specializzati nei furti e nelle truffe porta a porta continuano a imperversare in città. La prova è arrivata l’altro ieri, con l’incursione messa a segno a casa di un anziano che risiede in città. Due finti addetti dell’Aem si sono presentati a casa dell’uomo e con la scusa di un guasto e di una riparazione fasulli, hanno inscenato un intervento immotivato, costato all’anziano 700 euro.

Tutto è avvenuto nell’arco di meno di un’ora. I due truffatori, molto convincenti (e dunque temibili), dopo essersi presentati a casa dell’anziano hanno detto che dovevano intervenire per rimettere in sesto non si sa bene quale parte della rete. A quel punto hanno avuto buongioco a mettere a perdere il padrone di casa con un cumulo di falsità che hanno toccato il culmine quando, per quel presunto intervento, hanno chiesto 700 euro. Purtroppo l’anziano, anziché sospettare, chiedere l’intervento di qualche vicino o di un parente, per far luce su quella situazione a dir poco anomala, ha assecondato le richieste dei truffatori e dato loro il denaro.

Nell’arco di pochi istanti gli artefici del raggiro hanno preso i soldi e se ne sono andati, senza lasciare nessuna traccia. Nelle ore successive, una volta messe a fuoco le dimensioni del raggiro, è scattata la telefonata alla centrale operativa della polizia, che ha subito mobilitato le pattuglie per cercare di ottenere il maggior numero di elementi utili alle indagini. I poliziotti non hanno lasciato e non lasceranno alcunché di intentato per cercare individuare gli autori di questa incursione odiosa, che purtroppo rischia di essere replicata, magari a breve, in altre zone della città.

Ecco perché le forze dell’ordine continuano a porre l’accento sulla prevenzione e in particolare su un punto essenziale: fare in modo che nessuno sconosciuto varchi la soglia di casa. Per le persone anziane che vivono sole, le probabilità di cadere nel tranello, una volta spalancato il portone, aumentano in maniera esponenziale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

18 Giugno 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000