il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASTELVERDE

Morta, indagati cinque medici

Inchiesta sul decesso di una 76enne per infarto tracciato dal cardiogramma del quale, stando alle ipotesi investigative, nessuno si sarebbe accorto

Morta, indagati cinque medici

CASTELVERDE - La procura di Cremona ha aperto una indagine sulla morte di Luisa Geroldi, di 76 anni, deceduta all’ospedale Maggiore nella notte del 10 giugno scorso pare per un infarto tracciato dal cardiogramma, ma stando alle prime ricostruzioni investigative, nessuno si sarebbe accorto dell’esito dell’esame. Con l’ipotesi di omicidio colposo, il sostituto procuratore, Daniela Borgonovo, ha iscritto nel registro degli indagati cinque medici dell’ospedale che, a vario titolo, avevano avuto a che fare con la paziente. Il pm Borgonovo, titolare dell’indagine, ha messo in campo la squadra mobile di Cremona. I familiari della signora non hanno presentato denuncia: l’inchiesta è dunque nata d’ufficio, dopo che l’ospedale (come da prassi) aveva segnalato il decesso alla procura.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe andata così. Intorno alle quattro del pomeriggio di lunedì scorso, 9 giugno, la signora è arrivata al pronto soccorso, lamentando dolori alla pancia e affermando che da alcuni giorni (sembra tre) le era passato l’appetito. Pensava ad una gastrite. La paziente è stata sottoposta ad alcuni accertamenti clinici, tra i quali il cardiogramma, ed è stata poi messa in attesa. Il cardiogramma avrebbe denunciato un infarto in atto, ma nessuno se ne sarebbe accorto.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

 

13 Giugno 2014

Commenti all'articolo

  • riccardo

    2014/06/13 - 17:05

    Purtroppo è un altro ennesimo caso dell'incompetenza dilagante di ormai troppi medici del nostro nosocomio. E' una vergogna! La cosa peggiore è che poi se la cavano sempre con ogni minimo cavillo. Intanto il malcapitato in questione è già sotto terra. VERGOGNA! Spero che una volta tanto questi medici paghino per quanto accaduto e vengano allontanati. VERGOGNA!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000