il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


PENDOLARI

Sciopero venerdì 13, possibili disagi alla circolazione ferroviaria

Ad incrociare le braccia sarà il personale di Ferrovie dello Stato dalle 9 alle 17

binario vuoto

MILANO - Venerdì 13 giugno le organizzazioni sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL, UILT-UIL, UGL-Trasporti e Fast-Ferrovie hanno indetto uno sciopero dalle ore 9.00 alle ore 17.00, che potrebbe coinvolgere il personale della Rete Ferroviaria Italiana RFI Spa con possibili disagi per la circolazione dei treni.

Il servizio Trenord sulle linee RFI (Ferrovie dello Stato), potrà pertanto subire ritardi, variazioni di percorso e cancellazioni. Sono possibili ripercussioni sia prima dell'inizio dello sciopero che dopo la sua conclusione. Sono possibili ripercussioni anche sulle linee Suburbane S1, S2, S4, S9 e S13 e sul Malpensa Express (per le tratte Milano Centrale - Milano Porta Garibaldi - Milano Bovisa).

Lo sciopero (dalle 9 alle 17) non interessa le fasce orarie di garanzia e circoleranno i treni che giungeranno a destinazione entro un'ora (10.00) dall'inizio dello sciopero.

Si invitano i viaggiatori a prestare la massima attenzione agli annunci sonori diffusi nelle stazioni e alle indicazioni presenti sui monitor.

Per ulteriori informazioni sono a disposizione il Contact Center Trenord 02-72.49.49.49 (attivo tutti i giorni dalle 7.00 alle 21.00), gli account Twitter delle diverse direttrici e i My Link Point presenti nelle stazioni di Milano Porta Garibaldi (lunedì - domenica dalle 6.45 alle 20.45), Milano Cadorna (lunedì - venerdì dalle 7.00 alle 20.00; sabato dalle 8.00 alle 20.00; domenica e festivi dalle 8.30 alle 16.00) e Saronno (lunedì - venerdì dalle 7.00 alle 19.30).

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

11 Giugno 2014

Commenti all'articolo

  • Alessio

    2014/06/11 - 22:10

    ferrovieri parassiti che fanno uno sciopero ogni 3 settimane (casualmente al venerdì) per non si sa quale motivo! loro che sono viziati e hanno ogni sorta di tutela, si permettono di creare disagio a chi paga in anticipo x un servizio pessimo e inadeguato. Fanno i forti coi deboli onesti e i deboli con i forti disonesti. Vi farei lavorare sulla transiberiana o per le ferrovie indiane...vi auguro di passare la giornata di sciopero sul water!

    Rispondi

  • gianfranco

    2014/06/11 - 22:10

    le ferrovie lombarde fanno solo ridere, perché bisogna sempre guardare positivo, ma se vogliamo guardare il problema nel senso giusto non ci sono parole per descrivere questa mancanza di tutto, ma su tutto manca il rispetto ai poveri disgraziati che ogni giorno sono costretti a dipendere da un servizio che non c'è, un servizio da terzo mondo ( dove l'à i treni almeno arrivano in orario) che oltretutto si fanno pure pagare profumatamente, senza vergognarsi di dare un servizio di ????????.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000