il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Sono arrivati altri dieci tunisini alla Casa dell'Accoglienza

Don Pezzetti: 'Ora siamo davvero al limite'

Sono arrivati altri dieci tunisini alla Casa dell'Accoglienza

Don Antonio Pezzetti

CREMONA - Sono arrivati in città, da Torino, altri dieci immigrati e sono stati accolti, con sistemazioni di fortuna, alla Casa dell'Accoglienza. I nuovi arrivati sono tutti giovani e di nazionalità tunisina.

Don Antonio Pezzetti, resposabile della Caritas si è prodigato per trovare una sistemazione agli stranieri, ma non ha mancato di sottolineare che la struttura di via Sant'Antonio del Fuoco "è al limite. Ora non ce la facciamo più a causa della mancanza di spazio".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

11 Giugno 2014

Commenti all'articolo

  • Stefano

    2014/06/12 - 08:08

    Quando la gente si metterà in testa che non possiamo trasferire tutta l'Africa in europa sarà troppo tardi. Sveglia gente!! Accoglienza un bel paio di balle! Questi 10 tunisini di certo non fuggono da una guerra che in tunisia non c'è, quindi vanno imbarcati e rispediti al mittente domani! Non accolti... a meno che non decidano di venire in Italia regolarmente con dei documenti e con tutti i criteri del caso, come fanno le persone oneste.

    Rispondi

  • They

    2014/06/12 - 06:06

    Il presidente Napolitano ha elogiato la marina per il lavoro che stanno facendo con l'operazione mare nostro dimenticando che questo costa migliaia di euro al giorno che potrebbero essere utilizzati per aiutare la miriade di disoccupati italiani, gli ospedali, le squole, ecc... Vorrei anche far presente al presidente Napolitano che l'operazione mare nostro si è rilevata un grande business per gli scafisti libici ed egiziani. Poi, come giustamente è stato scritto, potrei forse capire l'accoglienza a profughi di paesi in guerra ma la Tunisia ?!?!?! Purtroppo non si parla a sufficenza di questo problema che porterà l'Italia allo sfascio facendo un enorme torto ai partigiani che hanno dato la vita per il nostro paese ed ora i politici fanno di tutto per favorire l'invasione straniera.

    Rispondi

  • mario

    2014/06/11 - 15:03

    E' scoppiata la guerra in Tunisia?

    Rispondi

  • koglione

    2014/06/11 - 13:01

    non è così grave, per una accoglienza "dovuta" sono sicuro che il Don lascerà il suo posto letto e quello di eventuali collaboratori a disposizione dei migranti. non dimentichi, Don Pezzetti, di chiedere l' aiuto al nuovo sindaco di Cremona, il quale sarà felice di ospitarne il più possibile nella sua abitazione. con devozione Emerito Koglione.

    Rispondi

  • Franco

    2014/06/11 - 12:12

    Buongiorno, senza che me ne sia accorto, anche la Tunisia è entrata in guerra con qualche altro Paese, costringendo i suoi "giovani" a "migrare" in Italia.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000