il network

Lunedì 29 Maggio 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


SESTO CREMONESE

Autovelox sulla Paullese attivo da martedì 3 giugno

Limite 90 km/h, bidirezionale e sempre acceso

Autovelox sulla Paullese attivo da martedì 3 giugno

L'autovelox di Sesto installato sulla Paullese

SESTO - E' acceso e funzionante dalle 9 di martedì 3 giugno l'autovelox fisso sulla Paullese, posizionato in prossimità dell'incrocio con Sesto. 

La postazione, tarata sui 90 chilometri orari, si trova a circa un centinaio di metri dal bivio della cascina Stoppa in direzione Cremona, sarà bidirezionale e rimarrà acceso tutti i giorni, ventiquattr’ore su ventiquattro. Ci sono due telecamere, pronte ad immortalare gli automobilisti indisciplinati che viaggiano verso Cremona o verso Crema. Non solo, l'autovelox rileva anche i sorpassi che vengono effettuati sulla corsia di immissione, da utilizzare soltanto da coloro che svoltano verso Sesto o si immettono sulla Paullese.

Per qusto autovelox, il Comune di Sesto ha già messo nel bilancio di previsione un incasso ipotizzato di 800mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

03 Giugno 2014

Commenti all'articolo

  • Zeta

    2014/06/05 - 14:02

    La vergogna della politica corrotta e incapace di amministrare i fondi pubblici, sempre affamata di soldi, che giustica l'impianto di sistemi di controllo ai fini del bene pubblico, ma lo scopo unico è di portare l'acqua sempre allo stesso mulino. Se l'intento fosse NOBILE e fare prevenzione sulle strade, non si imporrebero TANGENTI per la PA che gestisce la trappola, perchè lo sfortunato pagherà la tangente e continuerà a guidare come prima, ignorando gli assurdi e spesso inutili limiti di velocità che affiggono, con il PALESE scopo di avere una giustificazione per sanzionare i malcapitati. Un autovelox dovrebbe sanzionare con sospensione della patente e confisca del mezzo per almeno 7gg con richiesta ESCLUSIVA del costo di deposito auto e di notifica, questo avrebbe un ritorno in termini di posti di lavoro. Ma guardacaso in Italia non ci si è mai pensato ne mai ci si penserà, perchè alla classe politica fa più comodo e più piacere il 100 euro in tasca che una vita salvata.

    Rispondi

  • Gianantonio

    2014/06/03 - 13:01

    Assurdo che un comune metta "in bilancio" una cifra sul presunto introito derivante dalle multe di un autovelox! Questa è la dimostrazione che per molte amministrazioni (non dico tutte, forse qualcuno c'è ancora che pensa alla sicurezza) l'autovelox serva solo per far cassa. Ibus

    Rispondi