il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Gara di robotica all'Itis Torriani

A conclusione del progetto 'La Bottega delle idee', spazio pomeridiano per imparare e crescere

Gara di robotica all'Itis Torriani

Foto di gruppo di squadre e insegnanti

CREMONA - A conclusione dell'attività preparatoria svolta durante l'anno un gruppo di allievi delle classi 1A ele - 2A ele - 2B ele/inf - 3A ele- 1A lsa - 1B lsa si è tenuta sabato 17 maggio una competizione interna a squadre di robotica. 

Una volta fissate le regole, ogni squadra ha così avuto a disposizione un tempo massimo di 20 minuti per completare la gara, con un numero infinito di prove libere (cioè non conteggiate ai fini del punteggio ma utili ai fini di una migliore programmazione del robot), ma con un massimo di 5 prove utili ai fini della rilevazione del tempo impiegato per completare il percorso.

Ogni squadra si è poi dovuta presentare con un nome ed un logo “elettronico”, proiettato su schermo durante la gara, che prevedeva anche dei Bonus legati all’aver prodotto, in formato elettronico, la migliore (significativa e chiara) documentazione del programma eseguito dal rover e alla valutazione del livello di organizzazione e coordinazione di tutti i membri della squadra.

Dietro questa manifestazione, che di primo acchito potrebbe sembrare niente di più di un gioco, si nascondono in realtà, in modo anche non così difficile da intuire, vari obiettivi didattici quali quelli di creare un 'punto di incontro fra aspirazioni, bisogni, esperienze ed abilità' ovvero, dare la possibilità agli allievi di sperimentarsi nella realizzazione pratica di progetti/idee, offrire loro occasioni di approfondimento ed esercizio delle abilità, e permettere una esperienza di apprendimento incentrata sul lavoro di gruppo e sullo scambio/condivisione di esperienze e saperi.

E proprio per raggiungere questi obiettivi è nato presso il Torriani, nell’anno scolastico 2013- 2014, il progetto “La Bottega delle idee”, uno spazio pomeridiano a libera adesione gestito dai docenti Massimo Denti (Elettronica), Vittorio Cirioni (Informatica) e Gian Battista Nichetti (Informatica) visto come spazio e tempo della creatività individuale messa, però, in condivisione nel gruppo tanto da diventare per tutti un’occasione per imparare e per crescere.

Scopo della gara. I robot dovevano essere programmati per completare un percorso articolato (tratti rettilinei, curve, zig-zag, tratti interrotti) indicato a terra da una linea nera, nel minor tempo possibile e senza nessun aiuto manuale dei componenti la squadra. Le squadre avevano 20 minuti di tempo per ritoccare la programmazione del robot ed ottimizzare in questo modo la prestazione. Successivamente ogni squadra doveva, attraverso una presentazione elettronica, mostrare le soluzioni e le idee adottate nei rispettivi programmi, nonché dimostrare di avere una conoscenza tecnica precisa delle caratteristiche tecniche proprie del robot utilizzato.


Squadre e partecipanti

 

  • Ravens: Mehrafzan Shervin, Singh Gurpreet, Kumar Prince, Singh Manjot, Carasi Maxime, Braga Luca, Franceschino Stefano.
  • After team: Renzi Flavio, Tessaroli Riccardo, Zaheni Andrea, Vismarra Alessandro, Gaboardi Riccardo.
  • The black line: Maffi Nicolò, Persegani Fabio, Scaglioni Riccardo, Scaglioni Davide, Singh Vatanpreet.
  • Eletro-Robot: Galli Paolo, Singh Randeep, Scognamiglio Emanuele, Chawla Jatin.
  • The incredible: Fasoli Giovanni, Baldrighi Dante.
La giuria ha dichiarato vincitrici a pari merito le squadre 'The black line'  e 'After team'.

 

29 Maggio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000