il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLONTARIATO IN OSPEDALE

'La diversità è fonte di ricchezza'

Successo del convegno organizzato dall’associazione 'SIAMO NOI' che presta, con i suoi volontari, la propria assistenza al pronto soccorso

'La diversità è fonte di ricchezza'

Claudio Bodini con i relatori del convegno

CREMONA - Lunedì 26 Maggio, presso la palazzina 'Giorgio Sozzi' in via Gioconda 5, Si è tenuto il quarto incontro del ciclo “La diversità fonte di ricchezza” dal titolo “L’amministrazione di sostegno, una diversa forma di protezione della persona“. Il convegno, organizzato dall’associazione SIAMO NOI, che presta, con i suoi volontari, la propria assistenza al pronto soccorso dell’ospedale maggiore di Cremona, ha voluto approfondire la conoscenza di questo importante strumento di protezione delle persone in difficoltà, ma soprattutto di diffondere la cultura della solidarietà. 
Dopo l’introduzione di Claudio Bodini presidente dell’associazione SIAMO NOI onlus, Marialuisa D’ambrosio ha delineato l’iter di definizione della norma che ha, di fatto, preso il posto dell’interdizione e dell’inabilitazione. Alessandra Marucchi, Giudice tutelare del Tribunale di Cremona, ha descritto l’istituto dal lato “giustizia” inquadrandolo nella realtà del nostro territorio. Paola Mosa e Ilaria Giordano hanno puntualizzato il ruolo assunto dall’ASL Cremonese, su delega della magistratura, istruttore delle numerose pratiche di ricorso all’amministrazione di sostegno. Il convegno si è concluso con le esperienze sul campo dell’associazionismo cremonese con l’intervento di Amedeo Diotti presidente ANFFAS e dell’amministratore di sostegno Giorgio Rampi.
Dal convegno è emersa, a gran voce, una pressante richiesta d’aiuto da parte delle istituzioni cremonesi nei confronti di tutti coloro che possono dedicare tempo, competenze e solidarietà nel assumere l’incarico di amministratore di sostegno. Siamo sicuri che la cittadinanza cremonese non rimarrà insensibile al bisogno di tante persone fragili di poter continuare a vivere una vita dignitosa grazie al buon cuore di tante persone di buona volontà. Per informazioni si prega di rivolgersi all’ASL Cremona (Ilaria Giordano, oppure Fabiana Fiorini ogni lunedì 0372-497833).

27 Maggio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000