il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


STAGNO LOMBARDO

Il paracadutista rischia una denuncia

Prognosi di 40 giorni per il 30enne 'base jumper'

Il paracadutista rischia una denuncia

L'attrezzatura sequestrata dei paracadutisti

CREMONA — Non è in pericolo di vita, ma ne avrà almeno per 40 giorni A. M., il ‘base jumper’ 30enne che nella serata di mercoledì 21 maggio si è lanciato dall’antenna-traliccio di Porto Polesine ed è precipitato a causa di un malfunzionamento del paracadute.
«Stiamo valutando — spiega il capitano Spadano — se vi sia qualche reato. Abbiamo comunque trattenuto i paracadute e l’equipaggiamento dei due ‘base jumper’». 
LEGGI DI PIU' SUL GIORNALE DI VENERDI' 23 MAGGIO

22 Maggio 2014

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2014/05/22 - 21:09

    quando si fanno certe cose il rischio è molto alto e si sa, sono scelte forse, per dimostrare qualcosa che è molto soggettivo e personale, e poco giustificabile. fargli pagare le spese dei soccorsi è il minimo che si merita, a volte certe persone se le vanno a cercare.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000