il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Agraria, passione da podio

Castoldi, studente dello Stanga, vince una gara nazionale

Agraria, passione da podio

Davide Castoldi e Giancarlo Balduzzi

CREMONA - «Quando posso vado a farmi un giro in bicicletta per le cascine e per i campi per verificare ciò che si studia a scuola», racconta Davide Castoldi, classe 1996 con una bruciante passione per l’agricoltura. 

Davide Castoldi ha vinto la Gara nazionale per gli studenti degli istituti agrari. Castoldi frequenta la classe 4ª B, e si è posizionato al primo posto assoluto su una quarantina di studenti provenienti dagli istituti agrari di tutta Italia. «Davide ha una marcia in più — afferma il suo professore di agronomia, Giancarlo Balduzzi —. Oltre alla passione autentica per l’agraria, ha la capacità di coniugare teoria e pratica, con elaborazioni proprie».

La gara nazionale si è svolta presso l’istituto agrario di Conegliano Veneto e ha visto i ragazzi misurarsi con una prima prova scritta teorica con quesiti di biotecnologie agrarie, produzioni animali e vegetali, economia estimo, marketing e legislazione e genio rurale. La prova pratica ha riguardato le materie: biotecnologie agrarie, chimica agraria e produzioni vegetali. Davide Castoldi ha ottenuto un punteggio assoluto di 257,5 punti con 127.5 punti in più della media dei punteggi ottenuti dai quaranta ragazzi in gara. 

«E’ stata una bella esperienza — racconta l’aspirante agronomo —. So che la scuola puntava molto su di me, ho fatto il possibile e poi è arrivato il risultato. Fra l’altro ero in camera con il secondo classificato e la sera prima abbiamo ripassato insieme e ci siamo aiutati a vicenda. Aver vinto è stata una grande soddisfazione, ma non meno importante è stato anche il confronto con i miei coetanei». 

Davide Castoldi è stupito di tanto clamore e di tanto interesse anche se il suo tutor Balduzzi non esita a dire: «Tutti si aspettavano da Davide un grande risultato, è un fuoriclasse — dice Balduzzi —. Con la sua vittoria ora l’impegno è della nostra scuola. Lo Stanga infatti il prossimo anno dovrà organizzare e ospitare gli studenti migliori per la gara nazionale del 2015. Ovviamente al fianco dell’onere dell’organizzazione c’è anche l’orgoglio per il primato di Davide Castoldi che, pur tenendo conto dei meriti individuali, credo non possa non coinvolgere l’impegno didattico ne formativo messo in atto dalla nostra scuola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

22 Maggio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000