il network

Venerdì 02 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Spaccata da un liutaio, preso romeno

Nella notte il tentativo, lo straniero, condannato a 8 mesi

I carabinieri di Crema hanno arrestato l'egiziano

I carabinieri davanti alla bottega presa di mira

CREMONA -I carabinieri di Cremona, nella notte tra venerdì 17 maggio e sabato 18, hanno arrestato un cittadino romeno, M.G.C. di anni 36, pluripregiudicato, residente in città.

Lo straniero alle ore 3 circa del mattino, unitamente a un altro complice che si è poi dato alla fuga, è stato sorpreso mentre scardinava la porta d’ingresso del laboratorio 'Atelier l’Archeterie' , bottega di un liutaio di via Sicardo.

I carabinieri sono giunti sul posto a seguito della segnalazione al 112 da parte di un cittadino che aveva notato i due armeggiare all’ingresso del laboratorio.

Gli stranieri sono scappati a piedi inseguiti dai militari per le vie cittadine. L'inseguimento si è concluso con la cattura di M.G.C. mentre il complice è riuscito a dileguarsi. L’uomo è stato tratto in arresto in flagranza del reato di tentato furto aggravato in concorso e sabato 17 è stato processato per rito direttissimo. Il romeno è stato condannato a 8 mesi di reclusione con applicazione della misura cautelare in carcere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

17 Maggio 2014

Commenti all'articolo

  • matteo

    2014/05/18 - 13:01

    Salve io sono un cittadino Italiano e dico mandiamoli tutti a casa gli stranieri rom, zingare , marocchini , A CREMONA non se ne puo' piu' di queste persone basta basta .....................bisogna votare gli extracomuntari devono tornare a casa loro , non pagano le tasse gli regalano le case , e gli Italiani non trovano lavoro I giovani sono disocupati e loro rubano uccidono , vergogna al governo Italiano , la legge a questi non c'e' se dovesse farlo un'Italiano lo mettono subito in galera ......................................io voglio un paese come era una volta di italiani ...........................Cremona libera dagli stranieri io sono di Soresina ...............................I politici non fanno piu' niente dobbiamo ribellarci a questa gente ...................e mandare un segnale e dire basta extracomunitari ...................................cosa dite ..............................viva l'Italia .......................

    Rispondi

  • They

    2014/05/18 - 07:07

    Ma perché i pluripregiudicati sono sempre liberi di scorrazzare e non temono il carcere: semplice le carceri italiane sono troppo accoglienti. Comunque : romeni c'avete rottober c...o.

    Rispondi

  • arcelli

    2014/05/18 - 02:02

    E scrivete pure che è pluripregiudicato e dov'era????in uno stato normale sarebbe stato messo in carcere,invece qui era libero,ha reiterato il reato,gli han dato altri 8 mesi (finti e solo sulla carta) e questo è libero e felice di delinquere di nuovo.Ma che razza di Paese del cavolo è questo?Dobbiamo ringraziare gente come Mastella che han pressato per l'indulto se tutte queste condanne son solo dei paginoni scritti in procura e finti, che a questi tizi non frega un emerito piffero.....................

    Rispondi

  • NICOLA

    2014/05/17 - 18:06

    Un plauso grande, come sempre ai Carabinieri per il loro ottimo lavoro condotto con il loro roccioso "credo", tra gli innumerevoli ostacoli e le misere risorse che il paesello gli offre...ma questo ennesimo residuato di sterco ammanettato e (stranamente) ingabbiato per ridicoli 8 mesi, tornerà come al solito a condurre la sua "onestissima vita", nostro ospite tutelatissimo per chissà ancora quanto tempo.

    Rispondi

  • Franco

    2014/05/17 - 13:01

    Buongiorno, questo "terrificante e roboante" RITO DIRETTISSIMO, cosa ha partorito nei confronti di questo delinquente "pluripregiudicato"? Non contesto l'operato dei Giudici che applicano le leggi disponibili, ma permettetemi di insistere sulla vigliaccheria dei politici italiani che legiferano.

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000