il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Caso Expo e sanità, l'ospedale: 'Nessun coinvolgimento'

Caso Expo e sanità, l'ospedale: 'Nessun coinvolgimento'
CREMONA - La direzione dell'ospedale di Cremona ha comunicato che 'Manutencoop e Servizi Ospedalieri Spa non sono fra i fornitori dell’Azienda Ospedaliera di Cremona'. La precisazione prende origine dalla notizia in cui era spuntato anche l’ospedale di Cremona — come riportato dal sito di Repubblico di qualche giorno fa —, insieme a quelli di una dozzina di centri della Lombardia, nelle carte dei pm che indagano sulle presunte mazzette legate all’Expo e al filone della sanità che ha preso corpo durante le indagini.

I pm, nel ricostruire la rete di contatti di Gianstefano Frigerio, definito il «dominus dell’associazione criminale» azzerata dalla stessa Procura meneghina, hanno trovato vari campi d’azione. Per far luce su una gara, «per favorire negli appalti la Servizi Ospedalieri spa, società controllata da Manutencoop, appartenente alle società cooperative di area Pd», gli investigatori ricostruiscono la rete di relazioni del faccendiere. Secondo l’accusa, Frigerio «propone tale società, perché si dia una corsia preferenziale nelle gare pubbliche, nel corso dei suoi colloqui con numerosi direttori generali e amministrativi di aziende ospedaliere». E i pm, a quel proposito, elencano Lecco, Treviglio, Chiari, Pavia , Busto Arsizio, Gallarate, Varese, Valcamonica, Cremona, Vimercate, San Paolo e San Carlo di Milano, Magenta. Secondo i Pm la dirigente di Pavia sarebbe stata «invitata addirittura a trainare tutto il Sud Lombardia». Ieri sera peraltro da ambienti ospedalieri sono stati esclusi contatti con le aziende citate.

16 Maggio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000