il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SPINADESCO

Rete di 50 metri nel canale, salvati decine di pesci

I pescatori di frodo avevano teso il tramaglio da una sponda all'altra del Canale Navigabile

Rete di 50 metri nel canale, salvati decine di pesci

Gian Pietro Pederneschi con due pesci recuperati

SPINADESCO - Una rete lunga 50 metri, trasformata in una trappola mortale per decine di pesci. Era legata a mo’ di barriera da una sponda all’altra del Canale Navigabile, nel tratto di Spinadesco tra il ponte delle Caselle e le paratoie di Acquanegra. L’hanno trovata dei pescatori lodigiani e subito hanno lanciato l’allarme: insieme alle guardie della Fipsas (guidate da Gian Pietro Pederneschi) hanno recuperato il tramaglio. Fortunatamente l’intervento è stato tempestivo e i 30 chili di pesce sono stati recuperati e rimessi in libertà.

Non è la prima volta che le guardie della Fipsas trovano simili attrezzature nel canale navigabile. Era successo ancora un paio d’anni fa e anche in quel caso non era stato possibile individuare i pescatori di frodo, che rischierebbero una sanzione di 206 euro e il sequestro dell’attrezzatura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

16 Maggio 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/05/16 - 07:07

    Secondo voi questa è una sanzione proporzionata al danno causato? Solo in Italia paese democraticamente portato verso la delinquenza, basta vedere i politici corrotti!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000