il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA E PROVINCIA

Grande fratello sulle strade
Auto fuori legge, nessuno scampo

La nuova apparecchiatura elettronica è in grado di 'leggere' le targhe e raccontare tutta la storia di un veicolo

Grande fratello sulle strade
Auto fuori legge, nessuno scampo

Appostamento con un autovelox

CREMONA - Una nuova apparecchiatura è pronta a fare il suo esordio sulle strade di tutta la provincia. Si tratta di un dispositivo in grado di 'leggere' le targhe dei veicoli e fornire in pochi secondi un rapporto su tutta la storia del mezzo: se è rubato, se deve essere sottoposto a revisione, se è privo di copertura assicurativa, se è soggetto a blocco amministrativo o sequestro penale. A valle un equipaggio è pronto a imporre lo stop e a contestare le cose che non vanno. E, se è il caso, a sequestrare il mezzo.

Di qui a pochi giorni sulle strade di Cremona e provincia sarà attivo un ‘grande fratello’ super tecnologico in grado di far compiere un salto di qualità ai controlli gestiti nell’ambito della sicurezza stradale. Il debutto di questa nuova macchina avverrà grazie agli agenti della polizia provinciale, i primi a dotarsi di questo strumento, una specie di Autovelox che fa i raggi X a tutto quelo che transita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

02 Maggio 2014

Commenti all'articolo

  • giuseppe

    2014/05/03 - 14:02

    In materia di controlli sulla circolazione stradale è giusto fare un po' di chiarezza per evitare di dire strafalcioni come i commenti letti in merito a questo articolo. Sul bollo nessun autovelox , telelaser o controllo con pattuglia Vi chiederà mai niente essendo lo stesso una tassa regionale sulla proprietà. Sul resto, controllo pagamento assicurazione o controllo revisione tecnica del mezzo, in caso di pattuglia non cambia niente perchè la contestazione ed il sequestro è dovuto. Cambia il fatto che questi tipi di apparecchiature (gli stessi potrebbero essere montati sugli attuali Tutor autostradali o sui varchi ZTL di ogni città) fanno il controllo sul traffico in transito anche senza il fermo dell'autovicolo contestando successivamente al proprietario dello stesso le mancanze gravi, perchè non auguro a nessuno di subire un incidente o un danno da un veicolo non assicurato. Il caso delle auto tedesche prese a noleggio dagli imprenditori facoltosi vale solo con assenza di pattuglia.

    Rispondi

  • They

    2014/05/03 - 07:07

    Effettivamente sulle nostre strade si vedono sempre più macchine con targa romena, non pagano il bollo, l'assicurazione è qualche cosa di effimero. Un mio parente si è trasferito in Svizzera per lavoro e dopo un anno è costretto a cambiare targa all'automobile con spese veramente alte, qui in Italia è esattamente il contrario, cari stranieri, portatevi le macchina da casa si arrangeranno gli italiani a pagare le spese per la visibilità!!!

    Rispondi

  • arcelli

    2014/05/02 - 23:11

    ....................ovviamente delle sole targhe italiane.Per tutti i macchinoni rumeni e albanesi di sicuramente industriali e imprenditori di successo,tutto come prima.Loro del resto nemmeno si devono preoccupare di redditometro o spesometro,pur praticamente i loro ricchi affari qui in Italia,ma tanto nessuno dice o fa nulla.Al primo ennesimo controllo chiudo partita iva e faccio l'evasore pure io.A quanto pare conviene.......................

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000