il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Sguardo ad una ragazza e il compagno si prende un pugno in faccia

Rissa tra giovanissimi in centro, offese e rissa

Sguardo ad una ragazza e il compagno si prende un pugno in faccia

CREMONA - Tutto è nato per uno sguardo di troppo a una ragazza e il suo compagno, che le si è parato davanti per difenderla, è stato atterrato da un pugno in pieno volto sferrato da un giovane. E’ accaduto nel pomeriggio di sabato 29 marzo in centro, quando una sedicenne con l’amico coetaneo stava camminando per strada e ha incrociato un gruppo di ragazzi coetanei. «Erano zingari», diranno. Uno di loro ha guardato con insistenza la giovane. Sembrava finita lì e invece quel comportamento fastidioso ha avuto uno strascico. Dallo sguardo di troppo si è passati a un apprezzamento odioso e per proteggere la giovane, l’amico ha rimediato un colpo ed è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

30 Marzo 2014

Commenti all'articolo

  • arcelli

    2014/03/31 - 19:07

    Evviva i migranti ed i rom tanto cari alla Boldrini e alla Chiesa che portano questo tipo di cultura.Eh sì,la loro cultura va rispettata e non vanno puniti,perchè da secoli si comportano così e quindi è una consuetudine (per loro)

    Rispondi

  • franco

    2014/03/31 - 13:01

    Non è educato chiamarli zingari, anzi c'è una vena di razzismo in quella definizione, sono cittadini di etnia Rom. Se proprio c'è stato un malinteso dovuto alla differente estrazione culturale era di dovere rivolgersi ad una mediatrice accreditata che avrebbe agito nel pieno rispetto delle tradizioni dei nostri ospiti. Che diamine, mica lo hanno ucciso...

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000