il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CRISI DEL COMMERCIO

Chiusura negozi Benetton:
paracadute per i dipendenti

Incontro a palazzo comunale per tutelare i lavoratori dei tre punti vendita di corso Campi

Chiusura negozi Benetton:
paracadute per i dipendenti
CREMONA - Il lento declino degli esercizi commerciali del centro storico sul tavolo della giunta: questa mattina a palazzo comunale politici, dirigenti e sindacalisti hanno parlato, in particolare, della chiusura dei tre punti vendita Benetton in corso Campi. Con l'obiettivo priporitario di salvaguardare i dipendenti che hanno perso il lavoro.  Ecco il comunicato diramato dall'amministrazione comunale.

La situazione del commercio nel centro storico cittadino e, in particolare, l'imminente chiusura dei punti vendita Benetton (marchi 012, Sisley ed United Color of Benetton) di corso Campi è l'argomento trattato nel corso di un lungo incontro, svoltosi in tarda mattinata, a palazzo Comunale, in un clima cordiale e collaborativo, tra il vicesindaco Roberto Nolli, il consigliere comunale con delega al Commercio Domenico Maschi, il segretario provinciale della Filmcams CGIL Giuseppe Santini e Rafaello Bonati, membro del direttivo provinciale Filcams CGIL. All'incontro ha partecipato anche Annamaria Santucci, responsabile dell'Unità di staff marketing urbano e territoriale del Comune di Cremona. In apertura il consigliere Domenico Maschi ha informato i presenti di avere incontrato alcune dipendenti dei negozi interessati dall'imminente chiusura e di avere ascoltato le loro legittime preoccupazioni. Il consigliere Maschi ha inoltre dichiarato che, da parte dell'amministrazione comunale, vi è la volontà di seguire da vicino l'evolversi della vicenda e di fare tutto quanto è possibile, in simili circostanze, per un ente locale. Dal canto suo il segretario della Filmcams CGIL Rafaello Bonati ha illustrato agli amministratori comunali quello che il sindacato, anche a livello nazionale ed unitariamente con Fisacat CISL e Uiltucs UIL, sta cercando di portare a termine per tutelare, nel miglior modo possibile, le maestranze occupate nei tre punti vendita cittadini. Infatti, le organizzazioni sindacali, dopo aver avuto due incontri con Milano Report srl, l'azienda titolare delle tre filiali cremonesi, ha chiesto alla stessa la convocazione al Ministero del Lavoro, a Roma, per definire, nel modo più opportuno per le parti coinvolte, la vertenza in atto dal momento che è prevista la chiusura di 25 punti vendita in tutta Italia gestiti dall'azienda. La prospettiva, da definire formalmente nell'incontro che si svolgerà al Ministero del Lavoro, è di tutelare i lavoratori attraverso la cassa integrazione straordinaria di un anno prorogabile di un ulteriore anno, accompagnata da una procedura di mobilità incentivata ex legge 223. In attesa di avere ulteriori riscontri dalla Milano Report srl, alla quale la Filcams CGIL ha già chiesto un incontro a livello territoriale il 28 febbraio scorso, dopo che sarà definita la vertenza in sede ministeraile, il vice sindaco Roberto Nolli ed il consigliere Domenico Maschi si sono impegnati ad inviare quanto prima all'azienda una lettera per manifestare, a nome dell'Amministrazione comunale, la forte preoccupazione per la sorte delle lavoratrici dei tre punti vendita, nonchè fare presente le negative ripercussioni che la decisione di chiudere i negozi comporta a livello economico, occupazionale e sociale per la nostra città. Qualora l'azienda non dia prospettive di un reinsediamento sul territorio, le parti torneranno a riunirsi e a confrontarsi per valutare eventuali iniziative da intraprendere per facilitare il ricollocamento delle lavoratrici.

25 Marzo 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/03/28 - 06:06

    Alla crisi sommiamo una politica che penalizza pesantemente il centro storico a favore dei centri commerciali e la frittata è fatta. Difficoltà o meglio inesistenza dei parcheggi (se metti l'auto a pagamento ti costa di più delle spese che vorresti fare) rischio multe, chi te lo fa fare di andare a fare shopping in città?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000