il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SENTENZA DI CASSAZIONE

"Palpeggiò la minorenne"

Per il commercialista Massimo Serventi condanna confermata e 2mila euro di ammenda per l'inammissibilità del ricorso

"Palpeggiò la minorenne"

CREMONA - La Cassazione ha confermato la condanna a 9 mesi e 10 giorni per Massimo Serventi, 53enne commercialista di Cremona, accusato di violenza sessuale, nell'ipotesi più lieve, per aver palpeggiato il 16 marzo del 2010 una studentessa del Beltrami (all'epoca 17enne) mandata dall'istituto a fare uno stage di due settimane presso lo studio del professionista. La Corte ha confermato i 15mila euro di risarcimento danno alla vittima che si era costitutita parte civile con l'avvocato Giovanni Benedini e la misura della "interdizione perpetua da qualunque incarico in scuole di ogni ordine e grado, nonché da ogni ufficio o servizio in strutture pubbliche o private frequentate prevalentemente da minori" già inflitta in primo grado dal gup Guido Salvini. La Cassazione ha inoltre ritenuto inammissibile il ricorso e condannato il commercialista a versare alla Cassa delle ammende 2mila euro.

14 Marzo 2014

Commenti all'articolo

  • franco

    2014/03/17 - 13:01

    Nome, cognome e professione, manca solo l'indirizzo per chi non lo sapesse. Per tutti gli altri invece anonimato completo, al massimo l'età.

    Rispondi

  • franco

    2014/03/15 - 17:05

    Solo di ammenda 2.ooo euro: l'è stat propia luc, cunusi certi che per molto meno le se faa aan ciavaa.....

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000