il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


TALKING ANGELA

L'ombra del pedofilo dietro il gioco elettronico

A Cremona dilaga la preoccupazione tra i genitori, polizia postale al lavoro

L'ombra del pedofilo dietro il gioco elettronico

CREMONA - Anche a Cremona dilaga la preoccupazione per ‘Talking Angela’, il gioco elettronico del gattino che si interfaccia con i piccoli, a mo’ di chat, una delle novità che ha fatto breccia tra i ragazzini pratici di smartphone e tablet, soprattutto quelli intorno ai 10-11 anni. 

La preoccpazione è dovuta al fatto che, una volta ‘scaricato’, possa essere veicolo dell’attività di pedofili a caccia di dati personali e foto dei piccoli (tramite domande e il controllo di una microcamera) oppure di hacker che usano la chat del gattino per entrare nel cuore del sistema operativo. Il gioco prevede l’interazione con il giocatore, chiamato a rispondere in maniera coerente alle domande e a partecipare a quiz e giochi interattivi, ma anche ‘accarezzare’ il gattino attraverso il touch screen, per prendersene cura. A Cremona il tamtam dei genitori che temono l’insidia è diventato quasi frenetico negli ultimi giorni. «Abbiamo ricevuto varie segnalazioni, tutte dello stesso segno: il timore dell’attività di un pedofilo. La vicenda - spiega l’ispettore Alberto Casarotti, che da anni coordina la polizia postale di Cremona - è seguita a livello centrale (e questo dimostra che non siamo davanti a una bufala, ndr). Sono in corso una serie di verifiche sulla app nonché sul controllo delle connessioni telefoniche e della microcamera, in particolare sulla possibilità di vedere chi si interfaccia con il gioco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

07 Marzo 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/03/08 - 07:07

    Detto così non mi sembra più pericoloso di Skype, Wathsapp o le decine di app che gestiscono una chat, naturalmente, la cosa va giustamente approfondita.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000